Ultim'ora
Commenta

Lega Nord,
il congresso conferma:
Crema è maroniana

Il congresso bergamasco della Lega Nord, conferma la supremazia dell’area maroniana anche a Crema. Da tempo orma è in atto uno scontro all’interno del Carroccio cremasco iniziato con le dimissioni prima di cinque membri del direttivo provinciale e poi di un sesto Marco Bonetti, che ha portato al commissariamento della sezione di Crema, fino ad allora guidata dal segretario Angelo Barbati.

E anche a Bergamo, Crema ha dimostrato di essere in linea con la tendenza nazionale: come il maroniano Matteo Salvini ha trionfato sullo sfidante Cesarino Monti, dell’area legata a Umberto Bossi e a Marco Reguzzoni, i cremaschi vicini all’ex ministro dell’Interno Roberto Maroni, sono riusciti ad imporre Attilio Rossetti, consigliere comunale di Dovera, su Alberto Lupo Pasini, secondo dei non eletti nella lista dell’onorevole Alberto Torazzi, candidato sindaco a Crema. Rossetti entra così, insieme a quello che sarà il futuro segretario provinciale, nel consiglio nazionale come delegato permanente.

Un posto come membro permanente del consiglio federale è andato invece a Marco Bonetti, coordinatore dei Giovani Padani, e membro della sezione di Trescore Cremasco, sezione dell’ex segretario provinciale Angelo Barbati, di fatto dimessionato per via dell’abbandono dello stesso Bonetti della sua segreteria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti