Ultim'ora
7 Commenti

AddaTrasporti:
«I nostri mezzi
efficienti al 98,9%»

Non ci sta il direttore di servizio di AddaTrasporti, Corrado Bianchessi e rispedisce ai mittenti le accuse dei pendolari Eni. Se è pur vero che quella di mercoledì è stato una giornata nera per i pendolari cremaschi con la linea ferroviaria bloccata e il bus che doveva riportarli a casa dopo una giornata di lavoro, è altrettanto vero che i guasti  possono capitare. Questo il pensiero di Bianchessi che spiega: «I nostri mezzi sono in ordine – afferma – e i guasti meccanici possono succedere».

I DATI DELL’EFFICIENZA

Dati alla mano Bianchessi ricorda che l’azienda effettua 685 corse e trasporta 16.100 passeggeri con un indice di regolarità del servizio pari al 98,9%. «Questi sono i dati verificati e che distribuiamo agli enti locali con cui stringiamo accordi. Credo che il fatto che vengano trasportate 16 mila persone sia una garanzia va dalla parte opposta rispetto alle lamentele. Una garanzia è anche il fatto che la nostra è tra le aziende di trasporto pubblico tra le migliori in Lombardia».

SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO

«I nostri mezzi – incalza il direttore – sono sottoposti a costante manutenzione da parte del nostro reparto specializzato, e posso dire che ci stiamo adoperando perchè i guasti non accadano, ma capita anche se la percentuale è molto bassa. In fin dei conti, non siamo stati gli unici ad avere guasti: la linea ferroviaria tra Treviglio e Crema si è fermata per tutto il giorno ieri. Detto questo non sottovalutiamo di certo la situazione e abbiamo fatto anche investimenti importanti acquistando mezzi di ultima generazione».

MIGLIORAMENTO DEL SERVIZIO

Il direttore di servizio di AddaTrasporti ricorda che è anche in corso un bando di gara che coinvolge la Provincia di Cremona e il comune di Crema, che comprende un progetto di miglioramento del trasporto pubblico: «La gente ha avuto un aumento sul prezzo dei biglietti e quindi deve avere un servizio migliore ed è per questo che stiamo lavorando».

I PENDOLARI CREMASCHI

Ma nonostante le rassicurazioni di Bianchessi a lamentarsi non sono solo i pendolari dell’Eni, ma anche il comitato Pendolari Cremaschi, che, oltre a chiedere spiegazioni sul guasto al bus e sulle procedure di sicurezza che dovrebbero essere adottate nel caso, per voce di Stefano Begotti segnalano anche disservizi sulla tratta da e verso Borgo San Giacomo.

Un botta e risposta che per il momento non si placa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti