Commenta

Gran finale tutto cremasco per il Fatf
oltre mille ragazzi per la XIV edizione
dopo la premiazione lo spettacolo continua

La quattordicesima edizione del Franco Agostino Teatro Festival torna al San Domenico il 23 e 24 maggio, per mostrare al numerosissimo pubblico i frutti di un anno di lavoro: sul palco del teatro cremasco si esibiranno i ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori da Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Toscana. Numerosi anche gli ospiti dall’estero, che dopo il gemellaggio francese ha visto crescere il progetto Fatf anche in Svezia, Polonia e Repubblica di San Marino.

CREMA NEL MONDO GRAZIE AL FATF

Il presidente della Fondazione San Domenico Umberto Cabini sottolinea i punti di forza del festival, tra connotazione europea e radicamento sul territorio: “Il mio mandato è quasi al termine – commenta – ma sono certo che l’associazione manterrà il suo impegno anche per gli anni a venire, per far conoscere il teatro e formare gli spettatori di domani”. Con lui anche il nuovo sindaco Stefania Bonaldi, che invita a valorizzare “Questa prestigiosa iniziativa fatta con cuore e talento”. Oltre all’assessore provinciale Paola Orini non sono mancati i rappresentanti di associazioni sostenitrici, Croce Rossa e Polizia Locale, che durante il festival saranno sempre presenti per garantire sicurezza e ordine in città. Per offrire a tutti la possibilità di partecipare, anche quest’anno il polo cremasco dell’Università degli studi di Milano trasmetterà tutta la manifestazione in diretta streaming sul suto www.teatrofestival.it.

LA FESTA DI CHIUSURA

Dopo la premiazione e il Concerto d’Europa, il Fatf chiude in grande con una festa dedicata agli oltre mille ragazzi che renderanno Crema un teatro a cielo aperto: rappresentazioni artistiche, racconti, anmazione, sfilate e bancarelle animeranno la città fino a sera. Alle 21.15 la Compagnia Due del comune svizzero di Vercio intratterrà tutti i presenti con lo spettacolo intitolato “Avanti!”, in cui i clown Andreas Manz e Bernard Stockli offriranno numeri circensi e comici tra musica e tratro. Nicola cazzalini sarà il regista della giornata di chiusura, nata dall’idea dell’artista Marcello Chiarenza: il ritrovo sarà alle ore 16 nella piazzetta di fronte al museo civico, davanti alle poste e davanti al teatro San Domenico. I tre gruppi di ragazzi, accompagnati da altrettante bande musicali, si sposteranno verso il centro con mezzi d i trasporto inusuali: un veliero, una sfilata di biciclette e una carrozza d’altri tempi messa a disposizione dall’Ersaf cremasco. Il punto d’incontro sarà piazza Duomo, per poi proseguire fino al Campo di Marte, dove le 30 classi partecipanti metteranno in scena le performances dei Laboratori fatf; dopo una merenda in compagnia tutti i partecipanti canteranno insieme il jingle della fiducia “Primo mattino”, colonna sonora della quattordicesima edizione.

Lidia Gallanti

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti