10 Commenti

Giunta, Rifondazione
batte i pugni
e vuole un posto

Un posto nell’esecutivo di Stefania Bonaldi. A chiederlo a gran voce, convinti del ruolo fondamentale che i partiti hanno avuto nella vittoria al primo turno della candidata sindaco, è Rifondazione Comunista. Forte del suo 5,69% il partito della Federazione di Sinistra è pronto a battere cassa alla neo sindaco per avere il riconoscimento che gli spetta. Questo alla base dell’incontro chiesto e ottenuto con il Partito Democratico da parte del segretario di Rifondazione, Antonio Miglio che sarà accompagnato dal capolista Mario Lottaroli che alle primarie aveva sfidato Stefania Bonaldi. «Capiamo benissimo di essere in un momento di antipartitismo, ma nella vittoria della Bonaldi i patiti hanno contato, non ha vinto solo con la società civile, e quindi riteniamo che ci spetti un riconoscimento», esordisce Antonio Miglio, che intende discutere col Pd il ruolo che i partiti avranno nella futura amministrazione. Anche a fronte del fatto che il sindaco non intende, come da sempre dichiarato, sottomettersi ai voleri di questo o di quel segretario, ma intende decidere la squadra che la accompagnerà per i prossimi cinque anni in autonomia.

Volete un posto in giunta?

«Non mi posso sbilanciare troppo, ma ci piacerebbe. I partiti non sono tutti uguali e noi abbiamo avuto un ruolo importante in queste elezioni, così come lo ha avuto il Pd che è stato il partito più votato. Per questo abbiamo voluto un incontro con loro al quale non sappiamo se parteciperà anche il sindaco oppure no. L’importante è discuterne e confrontarci perché in questo momento su l’argomento giunta ci sono dei problemi».

Non si sbilancia oltre il segretario di Rifondazione, che alle elezioni del 6 e 7 maggio scorsi ha ottenuto due seggi riuscendo a far eleggere oltre a Lottaroli anche Piergiuseppe Bettenzoli. Non fa nomi di papabili anche se pare che i due si presenteranno con una rosa di candidati sui quali intendono discutere prima col Pd e poi col sindaco. Tre le persone che intendono proporre per un posto nell’esecutivo: Lottaroli stesso che indicheranno come papabile per il Welfare, Serse Mostosi per l’assessorato allo Sport, e Chiara Mondany per l’Ambiente, sperando di incontrare il favore del sindaco su uno di questi nomi. Non sarà, a quanto pare facile per Stefania Bonaldi scegliere in autonomia senza pressioni da parte dei partiti, visto che “l’esito di questo incontro sarà importante anche per il futuro”, chiosa Miglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • gigi gi

    domandare è lecito …. rispondere è cortesia.
    In altre parole, … Stefania vai avanti come dall’inizio hai detto e come le persone ti hanno dato fiducia!

  • pippofranco

    Quello che per tutti gli altri si chiama poltronificio per la sinistra prende il nome di riconoscimento del valore politico delle varie identità politiche che hanno portato alla vittoria della sinistra. Che differenza c’è oltre alla retorica di turno? Mangerete il panettone?

  • zac

    Eppure tutto mi sembrava chiaro. la Bonaldi per tutta la campagna elettorale ha ribadito con forza la sua indipendenza dai partite per la scelta degli assessori. Tutti lo sapevano. Quelli che ora contestano la coerenza del neo sindaco sbagliano. La posizione di Stefania poteva essere contestabile o contestata allora. Non mi pare che ciò sia avvenuto.

  • Quindi i comunisti c’erano…non ero io un “berluschino” visionario!!! :-) Giustamente, ora passano all’incasso,…avendo portato in dote un gruzzoletto di consensi!!! Par di capire…o l’Assessorato o la Presidenza della Fondazione Benefattori Cremaschi…per Bettenzoli; questo si legge dalle cronache. Per carità, nulla di scandaloso…ma anche nulla di innovativo sotto il sole! :-)

  • andrea

    Mi dispiace ma le cose o le si sà o meglio stare zitti, in una fase delicata in cui é meglio non buttare benzina sul fuoco come fannno questi finti moderati tifosi della Bonaldi, ben sapendo che la politica non é tifo ma rapporti di cooperazione e tenendo a precisare che la Federazione della Sinistra ha appoggiato e appoggia la Bonaldi, l’elettorato ha stilato una graduatoria di liste e quell’elettorato vuole essere rappreentato.Non si tratta di poltronificio, uno potrebbe fare anche a gratis l’assessore, ma di poter fare attivamente politica in giunta. Per semplificare, come fare le prove di qualifica in F1 e il secondo arrivato losi fa partire quasi ultimo, niente di male direbbe Decuberten, basta partecipare peccato che prevedette si di essere tutti solidali e con senso di unione ma se uno arriva secondo giusto dargli la medaglia d’argento e il secondo gradino, in questo caso basterebbe il gradino per ripagare gli sforzi fatti e i voti dei cittadini che meritano rappresentati i propi intenti. Una squadra per 5 anni é formata da diversi componenti tutte rispettabili. A mè sembrano questi dei toni giusti e moderati sebbene vengano da un Comunista che non si mette a dire che la gente ha sbagliato a votare o a riesumare Prodi che non penso sappia nemmeno dove sia Crema.

  • Stefano

    Sarò retorico, ma spero che l’esperienza Bertinotti-Prodi del 1998 serva da monito…della serie “chi troppo vuole”… E poi io sinceramente non sento tutto questo rumore di “pugni battuti”.

  • Alberto

    Non vorrei dirlo…. Ma…
    L’AVEVAMO DETTO!
    Devono ancora insediarsi e già cominciano i primi ostruzionismi e le prime “battaglie interne”.
    D’altra parte, se inviti a pranzo certa gente, poi devi anche sopportarla.
    Spiace, perché Bonaldi ha tutte le carte in regola per costruire bene, ma se le “maestranze” sono scadenti, il risultato difficilmente sarà ottimo.

  • Marco V

    Lo sanno tutti che hanno preso voti anche per sbaglio: il loro simbolo era vicino al nome della candidata, e a quello dell’altro partito di sinistra, SEL, che si è trovato decine di preferenze bruciate (e possiamo dimostrarlo, visto che tutte le liste hanno ricevuto questo tipo di informazione); ora pretendono di trasformare un risultato elettorale discreto ma anche inficiato da queste sviste in un calcolo col bilancino! Credo sia davvero specioso… finora neanche il partito che ha preso più voti, come il PD, si era permesso di finire sui giornali, a una settimana dal voto, facendo le bizze per una poltrona.

    • ago pungente

      I SOLITI VECCHI COMUNISTI!!!!

      non hanno proprio capito che la città è stanca di vecchi politicanti .
      STEFANIA NON MOLLARE!!!!!!

      • Marco V

        Bravo ago pungente: stavolta bisogna proprio andare fino in fondo anche rischiando qualcosa. non è possibile che di fronte al chiaro parere della gente su quanto hanno stancato i partiti – soprattutto quelli piccoli, mi permetto di dire – e le loro logiche, si comportino come in trincea, ignari del mondo esterno; vadano a spiegarlo ai cremaschi che hanno appena votato Stefania che non la appoggiano perché non hanno ottenuto una poltrona col loro 5,qualcosapercento. vadano…