Politica
Commenta

Bonaldi incontra i pendolari:
“Lavoriamo per l’istituzione
del treno diretto Crema-Milano”

Sveglia all’alba per Stefania Bonaldi. La candidata sindaco del Centrosinistra, accogliendo l’invito di Stefano Begotti rappresentante del Coordinamento dei pendolari cremaschi e candidato nella lista “Buongiorno Crema”, a partire dalle 6,30 e’ stata alla stazione per incontrare chi ogni giorno prende il treno per Milano. Ma non solo. Bonaldi ha fatto tappa alla stazione ,  ha incontrato chi prende l’autobus per spostarsi da Crema: alle 7,00  alla fermata del Campo di Marte; alle 7,15 al rondò di via De Gasperi e alle 7,30 alla pensilina di Ombriano. “L’impegno per i pendolari cremaschi non è solo da campagna elettorale. Ho voluto nella mia lista proprio uno di loro perché credo che i problemi dei lavoratori pendolari cremaschi – spiega la candidata del Centrosinistra – debbano trovare ascolto ed essere sempre rappresentati. Nel mio programma il tema ha trovato spazio ed è tra i più importanti”. Tra i punti fondamentali l’impegno a sollecitare la predisposizione del progetto per completare i lavori dell’ex-Paullese (in particolare il ponte sull’Adda) e prolungare la linea 3 della metropolitana milanese fino a Paullo, nell’ambito del progetto più ampio di sviluppo dei collegamenti con Milano che prevede anche la possibilità di un collegamento ferroviario diretto per e da Milano e anche il potenziamento della linea fino a Treviglio. Ma non solo: “Sarà necessario nei prossimi anni approfondire le possibilità di sviluppo dei collegamenti viabilistici e soprattutto di trasporto pubblico per Lodi, favorendo anche le potenzialità di sviluppo dell’area compresa tra Lodi e Milano”. E per i pendolari nel programma della candidata del Centrosinistra spunta anche un osservatorio sulla mobilità: “Puntiamo  a  istituire  un  organismo  istituzionale  che  si  occupi  di  analizzare  le  esigenze  e  le problematiche  della  mobilità  e  della   viabilità   dal  territorio  Cremasco  che  sarà  costituito  da rappresentanti dei comitati, delle istituzioni, del mondo imprenditoriale e delle aziende di trasporto”, spiega Stefania Bonaldi.

 

© Riproduzione riservata
Commenti