Cronaca
Commenta

Un’esposizione di paramenti liturgici
aperta in occasione delle festività pasquali
al Santuario izanese della Pallavicina

In occasione del giorno di Pasqua, il Santuario della Pallavicina di Izano propone a pubblico e fedeli un’esposizione d’eccezione. Il salone sul retro ospiterà una selezione dei più importanti paramenti liturgici appartenenti al Santuario izanese, che rimarrà aperta al pubblico domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 e il lunedì di Pasquetta dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18.

L’INIZIATIVA

L’iniziativa è opera della Comunità Parrocchiale di Izano e dalla Società Storica Cremasca, con la collaborazione del parroco  Gianantonio Freri, di Mons. Angelo Lameri, Matteo Facchi, Gianmario  Lameri, Gian Maria Parati e Marta Piantelli. L’esposizione è curata dallo storico dell’arte Federico Pecchenini, esperto di storia del costume e di tessili dell’Università Cattolica di Milano, e prosegue il ciclo iniziato lo scorso dicembre con la mostra sugli ex voto .

I PARAMENTI SACRI

La mostra raccoglie una selezione di paramenti che raccontano gli aspetti meno noti della storia della Chiesa, per sensibilizzare i visitatori al restauro e alla conservazione dei tesori del Santuario. Dal piviale alla stola al copri calice, tanti oggetti diversi che verranno illustrati da appositi pannelli realizzati dallo scenografo Gregorio Zurla e dalle didascalie scritte dal curatore. Tra i paramenti esposti spicca una casula settecentesca in lampasso, decorata da trame in oro e argento filato, broccato e seta policroma, corredata di stola, manipolo e borsa; suggestivo anche il baldacchino in damasco e broccato in oro e argento filato, un pezzo storico risalente all’Ottocento e utilizzato durante le processioni del Corpus Domini.

l.g.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti