Cronaca
Commenta

Verdi, una campagna elettorale
tra musica e ambiente
Gianemilio Ardigò presenta la sua lista:
“Un modo diverso di fare politica”

Portare anche a Crema l’esperienza e la politica che caratterizza i Verdi in Europa: Gianemilio Ardigò lo aveva detto in tempi non sospetti e lo conferma anche in questi giorni, nei quali sta programmando le iniziative della sua campagna elettorale solitaria verso la poltrona di primo cittadino.

LA POLITICA EUROPEA DEI VERDI

Una campagna elettorale diversa rispetto alle consuete forme alle quali ci hanno abituato i partiti politici in senso stretto, come dimostra l’appuntamento di questa sera presso il Long-One (Bar Longoni).
“La mia dice Ardigò – è una candidatura traversale rispetto ai partiti tradizionali, per permettere il coinvolgimento di tutte quelle persone che si identificano in un’area ampia e non definita, che guarda con attenzione ai temi dell’ambiente, del sociale, delle fonti rinnovabili, ma anche alla problematica relative alle municipalizzate”.
Dunque riposizionare i Verdi al di là dello scacchiere politico degli ultimi tempi, e ricondurre l’azione politica a quello che accade in Europa, questo l’obiettivo politico del candidato a sindaco del Verdi – European Greens.Eu United green parties of Europe.

METÀ DEI CANDIDATI SONO DONNE

Sono 18 i componenti della sua lista e, come ci tiene a dire lo stesso Ardigò “la loro provenienza è variegata e metà sono donne”; ma c’è spazio anche per tutte le professioni e i giovani, che nel loro insieme, dovrebbero rappresentare il “valore aggiunto” per Crema.
Quanto al programma, Ardigò è perentorio: “Il programma è la città di Crema”, per la quale l’elemento della partecipazione dei cittadini a tutte le scelte dell’amministrazione è fondamentale, assieme ovviamente, all’attenzione per i grandi temi, dall’ambiente, alle politiche sociali, alla cultura.

I COMPLIMENTI DI AGAZZI

Ieri la sua posizione sul bilancio ha fatto registrare il compiacimento del candidato a sindaco per il centrodestra Antonio Agazzi, che così si è espresso oggi: “Ardigò ha avuto il coraggio di una condotta responsabile e intellettualmente onesta, che gli fa onore”.
Dal canto suo, Ardigò ringrazia Agazzi per le parole a lui riferite e dice che ieri “finalmente il sindaco Bruttomesso ha deciso da solo senza il condizionamento dei partiti” e si dice soddisfatto per l’approvazione del suo emendamento che consente la piantumazione di alberi lungo la ciclabile di San Carlo.

FONTI ALTERNATIVE

Quanto alle alleanze future, Ardigò dice che in questa fase bisogna guardare all’obiettivo massimo che è l’elezione a sindaco, in un secondo momento si vedrà quale potrà essere il ruolo dei Verdi.In ogni caso, sottolinea come da tutte le parti gli è stata riconosciuta la sua coerenza, visto che da tempo aveva optato per la scelta di correre da solo.
Piuttosto, Ardigò rilancia alcuni suoi cavalli di battaglia, quali la possibilità di mettere i pannelli solari sul tetto del mercato coperto, attraverso anche forme di azionariato popolare e l’impegno per non perdere ulteriori posti di lavoro, in un momento così complicato anche nel cremasco.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Musica e ambiente caratterizzeranno la campagna elettorale, come si è già potuto
vedere nel corso dell’aperitivo di questa sera: “La musica trascina tutti, non solo i giovani – conclude Ardigò – e noi vogliamo portare un modo diverso di fare politica, anche nella nostra realtà”.
Prossimi appuntamenti con le iniziative musicali del candidato Ardigò, il 16 aprile e il 3 maggio.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I CANDIDATI

Carlo Ardigò
Luca Barbaglio
Catia Cazzamali
Cristian Frassi
Filippo Frasson
Paola Fusar Imperatore
Oberdan Galvani
Bruno Gentile
Federico Mainardi
Giovanni Masala
Ornella Mussi
Maria Elena Pagliari
Niccolò Pisculli
Irene Renzi
Elena Romano
Vittoria Zaniboni
Paola Zambon
Alessandra Zilli

© Riproduzione riservata
Commenti