Commenta

Sotto il Duomo torna “Il pane in piazza”
panificatori pronti per la nona edizione
affiancati dai ragazzi dell’Istituto P.Sraffa

E’ il prodotto più semplice, ma non può mancare in tavola. Stiamo parlando del pane, alimento base per eccellenza che per il nono anno torna ad essere protagonista dal 13 al 19 aprile, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. Come di consueto piazza Duomo si trasformerà in una vetrina pronta a soddisfare curiosità e palato dei visitatori, o a stupirli con le creative sculture di pane che anche quest’anno saranno raccolte in un’apposita mostra. Sotto le tensostrutture ci saranno venti professionisti al lavoro aiutati da una trentina di volontari impegnati a distribuire il pane e gestire le attività parallele. Fondamentale la presenza dei panificatori in pensione come Luigi Damonti e Giuseppe Doldi, che anche quest’anno non mancheranno per affiancare i colleghi più giovani.

IMPARARE CON LE MANI IN PASTA

La ricetta del successo non cambia, ma non mancano le novità rivolte soprattutto al mondo giovanile. Quest’anno l’Ascom cremasca presieduta da Antonio Zaninelli collabora con gli studenti di Ristorazione dell’istituto professionale P.Sraffa, che durante l’arco dell’intera manifestazione lavoreranno a fianco dei maestri panificatori a turni di tre o quattro ragazzi per imparare i segreti del mestiere. Per l’occasione anche Ascom fa un passo verso le giovani generazioni e si iscrive a Facebook: durante la manifestazione dedicata al pane l’associazione pubblicherà in tempo reale sul social network i dati della produzione e delle vendite, oltre che commenti e fotografie rubate tra i banchi di lavoro.

SCUOLE IN PIAZZA

Anche quest’anno le visite scolastiche hanno registrato il tutto esaurito con la partecipazione di trenta classi, per un totale di oltre 500 bambini. I piccoli visitatori potranno assistere al processo di panificazione, al termine del tour riceveranno un assaggio appena sfornato e la maglietta dedicata all’evento.  Parteciperà anche il vescovo della Diocesi cremasca Mons.Oscar Cantoni, che non potendo presenziare all’inaugurazione farà in modo di incontrare panificatori e bambini durante una delle mattinate di attività.

MUSSI: “CHE I RAGAZZI S’INNAMORINO”

Nonostante qualche perplessità alimentata dalla crisi il presidente del Gruppo Panificatori Ascom Crema Sergio Mussi serba un tiepido ottimismo: “Preoccupazioni a parte siamo pronti a rimboccarci le maniche, la nostra speranza è che i ragazzi s’innamorino di questo mestiere: è duro, impegnativo e difficile, ma se c’è passione la soddisfazione è grande”. Per Mussi questo sarà l’ultimo anno da presidente: l’anno prossimo passerà al gruppo dei pensionati pronti a collaborare per la buona riuscita della manifestazione. “L’idea era quella di concludere domenica 22 aprile – aggiunge Mussi – ma visto il periodo critico abbiamo preferito non creare ulteriori disagi alle attività e fermarci a giovedì 19aprile”.

DOMENICA 22 APRILE CON PANE E CIOCCOLATO

Domenica 22 aprile in occasione dei mercatini organizzati in centro l’Ascom proporrà in collaborazione con il Comune di Crema una gustosa novità sulla scia della festa del pane appena conclusa: tra gli espositori ordinari ci saranno tre gazebo che offriranno pane fresco  e cioccolato, abbinamento tanto tradizionale quanto gradito ai visitatori di tutte le età.

Lidia Gallanti

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti