Ultim'ora
Commenta

Sostegno alle imprese e nuove sinergie:
la LAA incontrerà i candidati sindaco
per istituire un tavolo permanente

Un tavolo permanente tra Comune e associazioni di categoria. Lo chiede la Libera Associazione Artigiani ai futuri amministratori della città, ora in corsa alle elezioni, ma presto responsabili del futuro cremasco. Ai candidati sindaco va già una nota positiva per essersi premurati di contattare l’associazione di artigiani prima ancora che questo documetno fosse redatto: “E’ segno che c’è interesse e non può che farci piacere – commenta il presidente di Reindustria Giuseppe Capellini – Ora tradurremo i contatti in incontri che ci permettano d’intraprendere questa collaborazione fondamentale e sviluppare i punti proposti nel documento”.

SINERGIE VIRTUOSE

La competitività è questione di squadra. Per questo la LAA si rivolge direttamente ai possibili volti della prossima amministrazione comunale, chiedendo disponibilità per condividere strategie che portino Crema a diventare capocomprensorio e far rete con i Comuni circostanti, per risparmiare sui costi riducendo tasse e tariffe e per accrescere lo sviluppo territoriale. Un altro legame importante è quello con la Camera di Commercio, indispensabile per accompagnare piccole e grandi imprese sia nella formazione che nello sviluppo, in modo da rendere il territorio appetibile per eventuali nuovi insediamenti aziendali.

CREARE VOGLIA DI FARE IMPRESA

Realtà come Reindustria, CremaRicerche e l’Università di informatica hanno fatto molto nel campo della nascita di nuove imprese e della loro collocazione sul territorio; “Compito dell’amministrazione comunale sarà supportarle nella loro crescita” commenta Capellini, che in tema di meritocrazia propone borse di studio per merito dedicate agli studenti cremaschi che sapranno distinguersi durante il percorso di formazione.  “C’è poca voglia di fare impresa”, questa la constatazione mossa dal presidente di Reindustria “I giovani cremaschi vanno ancora troppo alla ricerca di un posto di lavoro e non pensano alla possibilità di diventare imprenditori loro stessi”. L’imprenditorialità giovanile è una delle soluzioni che potrebbe portare nel territorio cremasco un soffio d’innovazione, da qui l’intenzione di sostenerla con burocrazia semplificata, risorse e affiancamento durante l’inserimento sul mercato.

NUOVI SPAZI

“A Crema mancano spazi per incontrarsi e organizzare eventi”, il segretario della LAA Giuseppe Zucchetti chiede più sinergia con CremonaFiere, realtà già affermata che potrebbe servire da punto di partenza per lo sviluppo di un polo d’incontro Cremasco soprattutto in vista dell’Expo 2015.

INFRASTRUTTURE

Dall’annoso problema del passaggio a livello ai lavori sulla paullese: parlando di viabilità si rende necessaria la supervisione dell’amministrazione comunale e l’impegno per risolvere i punti di maggiore criticità. Segue la proposta di riqualificazione per la Crema-Lodi, valida alternativa per raggiungere Milano, di un’arteria che dall’ex Olivetti porti sulla Pandino-Soncino e di un collegamento alla nuova BreBeMi.

Lidia Gallanti


©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti