Cronaca
Commenta

Penultimo appuntamento per Sacre Scene
con “Factum est”, per affrontare il tema
dell’aborto tra scelta e sofferenza

Dopo la coinvolgente “Via della Croce” interpretata venerdì scorso da Angelo Franchini nella parrocchiale di Montodine , il festival Sacre Scene torna domani 30 marzo in sala Pietro da Cemmo alle ore 21. La compagnia “Danimedali Teatro” diretta da Danilo Ferrari interpreterà lo spettacolo “Factum Est”, scritto da Giovanni Testori e interpretato da Serena Bianchessi, Angela Tolotti, Benedetta Chiappani e lo stesso regista. L’allestimento di scenografie, trucco e costumi sarà a cura di Corinna Galli e delle sorelle Cecilia e Ilaria Iacchetti, mentre Giancarlo Vaghetti si occuperà di audio e luci. L’ingresso allo spettacolo è gratuito.

“FACTUM EST”

Il monologo scritto dal poeta e drammaturgo milanese Giovanni Testori risale al 1980: si tratta di un testo suddiviso in quattordici parti, come la Via Crucis, durante le quali affronta il tema dell’aborto attraverso la sola voce del feto. Proprio chi non ha diritto di parola o espressione si fa parola, profezia, passando da un’espressione incerta e confusa  ad un vero e proprio soliloquio rabbioso per denunciare l’offesa alla carne e chiedere salvezza per sé e speranza per i genitori che l’hanno rifiutato. Dolore umano e religione si sovrappongono e raccontano la fragilità dell’uomo attraverso “uno spettacolo che spingendosi oltre la parola, il pensiero, il monologo, è diventato corpi, emozione, canto corale”, come dichiara il regista.

l.g.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti