Cronaca
Commenta

Utili negati al Comune
e debiti delle partecipate,
Bonaldi sferra l’attacco al sindaco:
“Bruttomesso non poteva non sapere”

La situazione legata al mancato introito di parte degli utili di Cremasca Servizi, dirottati per far fronte alle difficoltà di bilancio di Scs Servizi Locali, non poteva non alimentare il dibattito politico; così oggi si registra l’intervento della candidata sindaco per il centrosinistra Stefania Bonaldi, secondo la quale va fatta chiarezza prima che l’amministrazione comunale termini il suo mandato.

ORA I BUOI SONO SCAPPATI

“È grave che a poche settimane dalla fine dell’epoca Bruttomesso si venga a sapere che il primo cittadino era a conoscenza di questa situazione, ma non ha mai coinvolto i consiglieri comunali – afferma Bonaldi, che non lesina critiche anche al candidato del centrodestra -. Antonio Agazzi arriva decisamente in ritardo a proporre la conferenza dei capigruppo, perché non l’ha fatto prima? Nemmeno il presidente del Consiglio Comunale era informato di queste manovre? Se fosse vero, sarebbe ancora più grave. Ciò che è certo è che ora che i buoi sono scappati non si può chiedere aiuto”, conclude Stefania Bonaldi.

NESSUNA STRUMENTALIZZAZIONE

Nessuna strumentalizzazione a fini elettorali, ma solo la volontà di fare chiarezza, questo l’unico obiettivo che persegue la candidata sindaco del centrosinistra: “Se sarò sindaco di questa città, voglio vederci fin da ora chiaro su questa partita. Bruttomesso non può andarsene senza assumersi le proprie responsabilità. Chiederò un incontro privato al primo cittadino, perché qui non stiamo parlando di soldi di privati, ma dei cittadini. Io stessa ho il dovere di dire alle persone di Crema, come stanno le cose”.

ANALIZZARE I CONTI

In queste settimane, con un team di esperti Stefania Bonaldi sta analizzando i i conti delle società municipalizzate, anche se non nasconde la difficoltà:  “Al di là della già complessa situazione di ogni azienda partecipata, vi è un’azienda essenziale (SCRP), che ha solo amministratori di una parte politica – dice Bonaldi – quindi non si conosce nel dettaglio lo stato dell’arte”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti