Commenta

Nuovo successo per la Festa dell’Albero
in Duomo il sorriso di tanti bambini
e la soddisfazione dell’Istituto Stanga

Il successo si ripete per la quattordicesima volta. Non delude le aspettative la Festa dell’Albero organizzata dall’Istituto Agrario “Stanga” di Crema, che è riuscito a portare in piazza Duomo 3 forse 4mila persone, con un’altissima percentuale di bambini delle varie scuole della città.

DISTRIBUITI 3500 VIOLE E 2500 PIANTE

“C’erano in piazza oltre 130 classi – dice Basilio Monaci il deus ex machina della manifestazione – tanti bambini, ma anche tanti cremaschi che si sono fermati in piazza Duomo, dove abbiamo distribuito 3500 viole e 2500 piante autoctone, dall’acero campestre al ciliegio selvatico, donate dai tre parchi presenti, oltre che dalla nostra Scuola”. Numeri che soddisfano Monaci e la dirigente scolastica Paola Manara, secondo la quale “la presenza dei bambini rappresenta un segno tangibile di partecipazione, ma la Festa di oggi è solo la parte conclusiva di un percorso partito in classe, per la sensibilizzazione di bambini e ragazzi verso le tematiche ambientali”.

LO STAND DELLO STANGA

A farla da protagonista è l’Agraria di S. Maria, diretta da Pasquale Riboli che, oltre alle piantine e alle viole, andate a ruba e terminate prima di mezzogiorno, con i ragazzi delle classi III C e III D ha presentato la ricostruzione di una fattoria, con tanto di stalla e macchine agricole in scala, ricevendo i complimenti dagli stessi docenti e gli sguardi ammirati dei bambini, i quali si sono ovviamente soffermati anche nello spazio dedicato agli animali della Fattoria didattica dell’Asino Felice.

C’È ANCHE LO SRAFFA

Tra i vari stand presenti, quello de “Gli amici di Crema per le missioni” che opera a San Bernardino, ma che è impegnata da sempre per portare aiuto verso chi ne ha bisogno, e che in piazza Duomo ha portato le opere in legno di Antonio Bastici, recentemente scomparso, i cui proventi dalla vendita, verranno impiegati per attività benefiche.Invece l’Istituto “Sraffa”, nel suo stand, presentava delle composizioni di piantine grasse inserite in contenitori di plastica recuperati dalle bottiglie e realizzati nell’ambito del progetto AgriHabitat, coordinato dalla prof.ssa Francesca Salato, che vede protagonisti gli alunni diversamente abili.Come precisa la prof.ssa Venia Lotteri, questi ragazzi hanno l’opportunità di seguire dei periodi di presenza presso agriturismi della zona, seguiti da docenti, educatori e studenti del corso sociale.

PRESENTI VESCOVO E SINDACO

Il clou della mattinata con l’arrivo delle autorità e la visita agli stand. Con Basilio Monaci, c’erano il vescovo Mons. Oscar Cantoni, il sindaco Bruno Bruttomesso, l’assessore provinciale all’agricoltura Gianluca Pinotti, l’assessore provinciale all’Istruzione Formazione e Lavoro Paola Orini, il presidente del consiglio comunale Antonio Agazzi e i tre presidenti dei Parchi presenti, Dimitri Donati (Parco del Serio), Giuseppe Colombi (Parco Oglio Nord) e Silverio Gori (Parco Adda Sud).Il vescovo di Crema Oscar Cantoni ha esortato tutti ad andare avanti perché “tenete viva la vita attraverso gli alberi”, mentre l’assessore Orini, portando anche i saluti della dirigente dell’Ufficio Scolastico territoriale di Cremona Francesca Bianchessi, ha ricordato che oggi si celebra la giornata mondiale contro ogni discriminazione.

Le premiazioni alle scuole vincitrici del concorso e la consegna simbolica di piante alle autorità, ha chiuso la Festa dell’Albero edizione numero 14.

Ilario Grazioso


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti