Cronaca
Commenta3

Pendolari, già oltre 100 le firme
della petizione online contro l’abolizione
del settimanale 5 giorni degli autobus
Nel mirino anche la Provincia

Oltre 110 firme raccolte online, che vanno ad aggiungersi alle centinaia di adesioni sottoscritte in appositi moduli. La marcia dei Pendolari Cremaschi contro l’abolizione dell’abbonamento settimanale di 5 giorni dell’autobus non si ferma. “Dopo aver letto le risposte per nulla convincenti di AddaTrasporti ed in attesa di quelle della Provincia di Cremona che ha avallato le scelte dell’azienda in materia di disposizioni tariffarie – scrivono i pendolari -, abbiamo deciso di attivare una raccolta firme sia in modalità tradizionale con la distribuzione di moduli sui bus, sia in modalità on-line al seguente indirizzo web: http://www.firmiamo.it/ripristino-abbonamenti-settimanali-5-giorni”.

Nel mirino dei Pendolari Cremaschi non ci sono solo le aziende che si occupano di trasporto pubblico, ma la stessa Provincia di Cremona. “Chiediamo all’assessore Leoni – puntualizzano gli esponenti del comitato -, alla luce di alcune sue dichiarazioni dove afferma che si è in una fase di transizione che consente la cancellazione del cinque giorni, se nel nuovo contratto di servizio sia previsto o meno il ripristino di quel particolare abbonamento”.

Accanto alla petizione moltissimi anche i commenti lasciati sia dagli utenti del servizio sia da esponenti delle amministrazioni locali, molto critici nei confronti della situazione venuta a generarsi sul fronte tariffe.

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti