Cronaca
Commenta

“Ortseam acisuM”, insegnare con fantasia
torna il corso di aggiornamento nazionale
che rivoluziona l’insegnamento musicale

Torna il corso nazionale di aggiornamento dedicato alla musica, giunto ormai alla quattordicesima stagione. A promuoverlo è l’Istituto Musicale Folcioni sostenuto dal Ministero dell’Istruzione con il patrocinio dell’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica: si tratta di un progetto formativo dedicato agli insegnanti di tutte le scuole di ordine e grado, docenti di musica, studenti di Scienze della Formazione e studenti di musica.

QUATTORDICI ANNI DI SPERIMENTAZIONE

Tutto è iniziato nel 1998, quando l’insegnante Biancamaria Piantelli ha iniziato ad andare di scuola in scuola con Paolo Carbone a proporre le lezioni-concerto per elementari e medie fatte di storie, gesti e filastrocche in grado di incantare classi di bambini. Il successo è stato così grande che gli insegnanti stessi hanno chiesto un vademecum da seguire per poter riproporre attività con i ragazzi, idea che nel 2002 porta a raccogliere tutti i progetti realizzati in un’apposita pubblicazione e a rendere il progetto autonomo.

“ORTSEAM ACISUM”

L’avventura del mago Ellomb’Is e della bella moglie Siseid-al guiderà il fantasioso incontro che coinvolgerà i partecipanti con giochi di ruolo e musica per scoprire come lavorare sul linguaggio musicale, che a fine giornata si tradurrà in un concerto realizzato dai partecipanti al fine di mettere alla prova ciò che hanno sperimentato. L’obiettivo è offrire spunti per organizzare lezioni di musica divertenti e coinvolgenti per rivoluzionare i metodi di insegnamento.

L’INCONTRO-LABORATORIO

Sabato 24 marzo l’Istituto Folcioni dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 svolgerà l’incontro-laboratorio
Tutto su repertorio orchestrale e repertorio a quattro mani per pianoforte, oltre che attività coinvolgenti. Per tutti in omaggio il volume con doppio cd “SuonoGiocoBalloCanto”, proposte operative per la scuola primaria, un repertorio musicale corredato da proposte didattiche provenienti da sperimentazioni con bambini. Il corso, gratuito per gli alunni del folcioni, è aperto ad un numero massimo di 30 persone; le iscrizioni vanno inoltrate entro il 22 marzo, per informazioni contattare le responsabili all’indirizzo mail cmaestre.folcioni@libero.it

FOLCIONI E CONSERVATORIO

“Vogliamo creare un canale preferenziale tra l’Istituto Folcioni e il Conservatorio di Piacenza – spiega il direttore dell’Istituto Folcioni Alessandro Lupo Pasini – Le convenzione già stipulata ci ha portati a studiare insieme un nuovo piano di studi dedicato alle scuole civiche, che permetta di accedere dopo gli otto anni di studio musicale al Conservatorio”. In merito al corso di formazione, il direttore esprime la volontà di esportare anche nella realtà piacentina il progetto proposto presso la sede della Fondazione San Domenico.

Lidia Gallanti

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti