Commenta

Cosmoprof 2012, c’è anche Crema
successo per il Polo della Cosmesi
che ha portato a Bologna 19 aziende

Mani che si stringono, scambi di biglietti da visita e firme su contratti: bilancio più che positivo per il Polo della Cosmesi che dal 9 al 12 marzo ha partecipato al Cosmoprof di Bologna, fiera internazionale dell’estetica che da oltre quarant’anni raccoglie eccellenze provenienti da tutto il mondo. La soddisfazione per la quattro giorni di certo non manca: il “made in Italy” rimane in testa al settore e continua ad essere sinonimo di eccellenza: in questo contesto s’inserisce il Polo cremasco, leader nel settore del terzismo, che ha partecipato all’evento con diciannove aziende del nostro territorio pronte ad intessere rapporti e sinergie orientate al futuro.

COSMOPROF 2012: UN’ESPERIENZA CONDIVISA

Niente di meglio che i social network per condividere impressioni e pensieri: per questo motivo lo staff di Reindustria ha realizzato su una parete una vera e propria bacheca in stile Facebook, dove le aziende ospiti hanno lasciato un commento o una fotografia per ricordare l’esperienza bolognese, un modo in più per sottolineare lo spirito di condivisione che da sempre caratterizza il Polo cremasco. Parlando di spazi, a seconda delle proprie esigenze aziendali le diverse aziende hanno affiancato alla formula standard di Reindustria la presenza di business desks e stands personalizzati, in modo da rendersi presenti nel modo più consono alle proprie esigenze. A fiera conclusa l’entusiasmo non si spegne e c’è già chi propone modifiche di spazi e tempi per migliorare l’esperienza espositiva, tra cui la proposta di anticipare l’inizio della manifestazione a giovedì in modo da concludere in bellezza con il weekend.

TRA NUOVI VOLTI E VECCHIE CONOSCENZE

Il Cosmoprof 2012 è stata l’edizione di “battesimo” per molte aziende del Polo della Cosmesi, in linea con la volontà di coinvolgere sempre più realtà del settore. Così è stato per Draw Srl, specializzata in macchinari per la produzione di cosmetici che ha portato in fiera soluzioni innovative; prima esperienza anche per Hypnotic Cosmetics, azienda di confezionamento conto terzi che coordina la fase di packaging con la spedizione del prodotto finito al cliente finale. Tra le presenze affermate spicca Enove Europe, giunta al terzo anno di partecipazione e famosa per la filosofia di lavoro orientata alla produzione di cosmetici naturali; sempre nel campo della ricerca non poteva mancare PhytoRemedial, azienda spin-off dell’Università degli studi di Milano, che nel proprio laboratorio estrae principi attivi da prodotti di agricoltura biologica come zucche, pomodori e frutta.

Lidia Gallanti

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti