Commenta

L’Istituto Serafico compie 140 anni
e festeggia con una mostra fotografica
in piazza Duomo dal 20 al 28 marzo

Centoquarant’anni di attività raccontati in scatti fotografici. L’Istituto Serafico di Assisi festeggia questo anniversario con una mostra documentale che sarà allestita dal 20 al 28 marzo sotto i portici di piazza Duomo a Crema, gestita dal presidente del Gruppo Sorriso di Bagnolo Cremasco Edy Bonvini e dai suoi volontari. All’interno della mostra verranno esposti anche i lavori artigianali realizzati dai ragazzi del Centro di accoglienza per disabili di Duje, in Bosnia Erzegovina.

L’ISTITUTO SERAFICO DI ASSISI

L’Istituto Serafico di Assisi è stato fondato nel 1871 dal Beato P. Ludovico da Casoria con lo scopo di accogliere e prendersi cura di persone con disabilità fisiche e mentali. Negli anni ’20 il suo successore, Padre Giovanni Principe, rese l’istituto famoso su scala nazionale per i grandi risultati ottenuti con ragazzi ciechi e sordomuti, un percorso che a partire dal 1975 portò l’Istituto a dedicarsi in modo specifico alla riabilitazione di persone non vedenti e diventare il primo centro in Italia per la sperimentazione metodologica in questo campo. Il personale dell’istituto da sempre spende le proprie energie per affiancare i disabili nel modo più consono alle loro necessità, con l’intento di promuovere una nuova cultura di approccio nei confronti degli handicap gravi cercando di migliorare la qualità della vita di chi si trova a contatto con questa realtà. Oggi l’istituto ospita settanta bambini e ragazzi provenienti da tutta Italia, oltre ad un’ottantina di pazienti in regime di semi-internato ambulatoriale; le loro giornate trascorrono tra scuola, laboratori e attività di riabilitazione, il tutto sotto la supervisione di figure qualificate.

l.g.


©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti