Commenta

Al Secondo Circolo lezione
di educazione ambientale
con le Guardie Ecologiche della Provincia

Le scuole del Secondo Circolo di Crema, si confermano tra quelle più attive in tema di educazione ambientale e di progetti rivolti alla crescita della coscienza ambientalista nelle piccole generazioni.
Infatti questa mattina, nell’ambito di una collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Cremona, gli alunni di tutte le classi della Scuola Primaria di Ombriano, seguiti dallo sguardo attento e compiaciuto delle maestre e del dirigente scolastico Pietro Bacecchi, hanno incontrato nell’atrio della scuola la Franco Gatti, Guardia Ecologica e il coordinatore delle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Cremona, Stefano Brusaferri.

OSSERVATORIO ORNITOLOGICO

L’incontro rientra nell’ambito di un progetto più ampio, che prevede la realizzazione di un piccolo osservatorio ornitologico e lo sviluppo di una attività di nidificazione, negli spazi esterni della scuola e nei prossimi mesi altre attività di educazione ambientale.
Nella prima parte, Brusaferri ha intrattenuto gli alunni descrivendo loro le attività delle Guardie Ecologiche: da quelle di vigilanza su ambiente e territorio, a quelle di salvaguardia di acqua, fauna minore, boschi.
Quindi è passato alla descrizione delle cassette nido in legno, che verranno posizionate sulle piante presenti nel giardino della scuola, in modo da favorire la nidificazione.

BACECCHI SODDISFATTO

Soddisfatto il dirigente scolastico Pietro Bacecchi, che per il prossimo anno pensa ad un programma di interventi articolato, con una scansione progressiva, che interesserà tutte le classi della scuola: “Si tratta della prima collaborazione sistematica che le Guardie Ecologiche Volontarie instaurano con una Istituzione scolastica della città di Crema – dice con soddisfazione Bacecchi – e auspichiamo che anche altre scuola possano attivare queste collaborazioni, perché è fondamentale puntare sulla sensibilità dei piccoli, affinché possa crescere sempre di più, la coscienza ambientalista e il rispetto verso la natura”.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti