Cronaca
Commenta

L’Avis cremasca incontra le scuole
sabato al Teatro San Domenico il convegno
per spiegare “Il senso del donare”

Quattro ore che valgono una vita. Sabato 10 marzo dalle 9 alle 13 l’Avis di Crema organizza al Teatro San Domenico un convegno dal titolo “Il senso del donare. Una riflessione multidisciplinare”. Sul palco saliranno esperti del settore che si occuperanno di approfondire i diversi aspetti di un gesto spesso sottovalutato ma di straordinaria importanza.

IL CONVEGNO
Durante la mattinata di sabato si avvicenderanno sul palco del San Domenico esperti e collaboratori per costruire una panoramica sull’attività dell’Avis e sulle sfumature sociali, etiche e filosofiche che un gesto semplice come il dono del sangue può assumere.  Alle 9.30 interverrà il professor Guglielmo Faldetta dell’università “Kore” di Enna per parlare “economia del dono”, seguirà “l’etica del dono” con il professor Sergio Labate dell’Università di Macerata; per capire l’importanza del dono in tempi di crisi ci sarà in contributo della professoressa Anna Cossetta dell’Università di Genova. Dalle 11 alle 11.30 ci sarà un intermezzo musicale, prima di passare alle testimonianze di un donatore e un fruitore seguiti dall’intervento del dottor Vincenzo Saturni, presidente dell’Avis nazionale. L’ultima mezz’ora sarà dedicata a soddisfare domande e curiosità da parte del pubblico.

UN CONCORSO PER IMPARARE A DONARE

L’iniziativa patrocinata dall’Azienda Ospedaliera di Crema, dal Comune di Crema e dall’Ufficio Scolastico Territoriale mira a coinvolgere attivamente sia i ragazzi che gli insegnanti, che su indicazioni fornite durante il convegno potranno partecipare ad un concorso dedicato a loro e ispirato al tema del dono. A questo proposito l’Avis stessa metterà a disposizione delle scuole partecipanti un contributo per sostenere le attività didattiche, che consisteranno nella produzione di elaborati scritti o audiovisivi, a seconda delle attitudini dei ragazzi.

l.g.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti