Commenta

La Giornata Organistica Nazionale
porta a Crema il musicista Paolo Oreni
per un’esibizione su tre strumenti

Tre organi in una notte, e le mani di un grande musicista per dar loro voce. Torna a Crema la Giornata Organistica Nazionale 2012, un’iniziativa nata dall’Associazione Nazionale Organisti di Chiesa è stata ripresa dal Centro diocesano G.Lucchi, con l’obiettivo di riportare al centro della scena lo strumento principe della città, sia come voce legata alla liturgia religiosa che come eccellenza del territorio cremasco.

LA GIORNATA ORGANISTICA NAZIONALE 2012

La data dell’evento è stata scelta ad arte: il 18 marzo infatti è la domenica di metà Quaresima, già orientata alla gioia della Pasqua, e cade tre giorni prima rispetto all’inizio di primavera e all’anniversario di nascita del celebre organista J.S.Bach. L’appuntamento è alle ore 21 nella chiesa di San Bernardino auditorium Manenti, che ospiterà l’organista trevigliese Paolo Oreni con “Tre organi in concerto”, un programma nuovo e sorprendente che coinvolgerà ben tre strumenti a canne. Si parte con l’organo di proprietà privata “Joseph Tisi”, per poi passare all’ “Antegnati Inzoli” del 1986 e appartenente alla chiesa; la terza tappa sarà presso il saloncino della musica nell’ex istituto Folcioni dove si giungerà con un corteo accompagnato da cornamuse a cura di Claudio de Micheli. Lì ad aspettare Oreni ci sarà il “Tamburini”, organi eclettico sinfonico amato da Oreni per la capacità di creare sonorità particolarmente espressive.

PAOLO ORENI

Tecnica e talento, Paolo Oreni è una giovane promessa della musica organaria: il suo amore per il grande strumento a canne inizia a soli undici anni presso l’istituto “Donizzetti” di Bergamo. Le borse di studio meritate con impegno e bravura gli permettono nel 2000 di continuare il percorso di apprendimento al Conservatorio Nazionale di Lussemburgo, e due anni dopo Oreni si aggiudica il primo premio al concorso mitteleuropeo “PrixInterrégional-Diplôme de Concert”. Affiancato da diversi organisti di fama internazionale, l’organista trevigliese affina le sue già straordinarie doti musicali e partecipa a numerosi concorsi internazionali, cui segue la partecipazione a festival musicali di grande spessore in tutta Europa. Dal 2006 Oreni tiene corsi di alto livello presso la diocesi di Monaco di Baviera sull’improvvisazione e il repertorio organistico d bach ad oggi, un’eredità importante di cui lui stesso fa parte.

l.g.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti