Commenta

Operazione trasparenza in Regione,
resi noti i redditi del 2009
Fra gli assessori Rossini a metà classifica
con 142 mila euro lordi

Operazione trasparenza in Regione Lombardia. Il Corriere della Sera pubblica i redditi dichiarati da assessori e alcuni consiglieri del Pirellone nel 2009. Il cremasco Gianni Rossoni, con i suoi 142 mila 338 euro (lordi), la comproprietà al 50 percento di 5 fabbricati in Offanengo e la Mercedes Classe E (in leasing), non è certo il Paperone della squadra composta da Formigoni. Il recordman è infatti Romano Colozzi, con i suoi 249 mila 706 euro, seguito dal leghista Luciano Bresciani (218mila 376 euro), dal titolare della delega alla Mobilità Raffaele Cattaneo (196mila 621 euro) e da Stefano Maullu (188mila 458 euro). Giù dal “podio” il governatore Roberto Formigoni (188mila 389) che precede nell’ordine: Carlo Maccari (188mila 273), Giulio De Capitani (188mila 019), Romano La Russa (175mila 452), Giulio Boscagli (174mila 235), il vicegovernatore Andrea Gibelli (168mila 251), Domenico Zambetti (152mila 573) e Rossoni. Più staccati: Alessandro Colucci (131mila 063), Daniele Belotti (128mila 564), Marcello Raimondi (128mila 467) e Monica Rizzi (113mila 759).

Per quanto riguarda i consiglieri, i redditi relativi al 2009 si attestano quasi tutti fra i 100 e i 200mila euro e se il più ricco è Stefano Zamponi dell’Italia dei Valori, 280mila 186 euro, il più “povera” è il collega di partito Gabriele Sola (29mila euro). Due i nullatenenti: Nicole Minetti e Renzo Bossi che all’epoca ancora non erano consiglieri regionali.

© Riproduzione riservata
Commenti