Commenta

Domani al Pala Bertoni
arriva Pontecagnano
Barbieri: “Per fare bene, fondamentale
gestione mentale e concentrazione”

“Da adesso in poi, ogni partita può essere una finale, e produrre i primi verdetti, sia in testa che in coda”.
Esordisce così Leo Barbieri commentando l’incontro di domani al Pala Bertoni, quando scenderà sul parquet il sestetto campano di Pontecagnano, reduce dal successo interno, nel turno precedente contro Soverato.
Una squadra, quella del neo tecnico Giandomenico Emiliano, che nel corso della settimana ha dovuto registrare anche la penalizzazione in classifica di 1 punto, da parte della Commissione Giudicante Nazionale, con riferimento al mancato adempimento, nei limiti ed entro i termini previsti dal Regolamento Ammissione ai Campionati 2011/12, delle obbligazioni assunte nei confronti delle atlete e dei tecnici tesserati.

SQUADRA DIVERSA RISPETTO ALL’ANDATA

Secondo Barbieri, “Pontecagnano con l’arrivo della Nagy ha acquistato parecchio peso in attacco, oltre alla grande esperienza di questa giocatrice”, ed in effetti la schiacciatrice ungherese, nell’incontro di domenica scorsa ha messo a segno ben 23 punti.
“Un innesto come questo – continua Barbieri – è in grado di cambiare l’equilibrio del sestetto, che non sarà quello incontrato all’andata, inoltre – prosegue il coach – arrivano a Crema psicologicamente a mente libera, perché non hanno nulla da perdere e noi, non dobbiamo perdere la concentrazione”.

A due punti dalla vetta il pensiero non può che non essere quello di salire ancora in classifica?
“Siamo consapevoli della nostra classifica, ma allo stesso tempo anche del fatto che da ora in poi lo stress andrà aumentando e per tutte le squadre la gestione mentale sarà fondamentale. Da parte nostra – conclude il coach dell’Icos – non possiamo permetterci di commettere errori”.

OK LA FRENI. AI BOX LA CAGNINELLI

Quanto all’organico violarosa, recuperata Silvia Freni resta ai box la sola Claudia Cagninelli, che ne avrà per un’altra decina di giorni, per via del solito problema alla spalla.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti