Commenta

“Sì al palazzetto, purché polifunzionale”
il centrosinistra si apre al confronto
per la costruzione della nuova struttura

A tre mesi dalle amministrative cadono le barriere del centrosinistra sulla questione Palazzetto. Nessuna decisione avventata ma niente preclusioni, questo il messaggio diffuso dal consigliere comunale Walter Della Frera: “Lo sport ha un grande valore educativo e di prestigio per la nostra città, e sia la mia lista civica che la coalizione di centrosinistra guidata da Stefania Bonaldi sono disponibili a discutere i progetti del nuovo palazzetto per trasformarlo in un investimento sotto molteplici aspetti”.

UNA STRUTTURA POLIFUNZIONALE

Il rappresentante di W Crema Viva riprende la proposta del consiglio comunale e chiede approfondimenti al fine di allargare la destinazione del palazzetto anche a utilizzi diversi da quello sportivo, come l’organizzazione di concerti o congressi, piuttosto che offrire spazio agli sport minori che da tempo soffrono l’assenza di spazi adatti.

PRIVATI SI’, MA PER INTERESSI PUBBLICI

Riflettendo sull’opportunità di una nuova struttura polisportiva Della Frera fa un balzo indietro nel tempo e ricorda le ultime amministrative, quando era sorto l’impegno ufficiale di costruire un nuovo palazzetto nell’area ex Voltana. “In questi anni l’assenza di una politica comprensoriale non ha permesso una gestione attenta delle risorse del territorio Cremasco” chiosa il consigliere comunale, che sempre parlando di risorse raddrizza il tiro sulla partecipazione privata al progetto: “Non ho mai demonizzato l’intervento dei privati, senza i quali il Comune non avrebbe la possibilità economica di costruire alcunché – aggiunge – ovviamente cercando il giusto equilibrio tra interesse privato e della città e lavorando con trasparenza per gli interessi di tutti e non solo per quelli di pochi”.

 

l.g.


©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti