Un commento

Bilancio, la linea Bruttomesso-Borghetti
alla fine prevale: maggiori tagli,
non aumenta l’addizionale Irpef
Imu sulla seconda casa +1,4 punti

Bilancio, via libera alla linea Bruttomesso-Borghetti. Nel corso della riunione di giunta che si è conclusa nel tardo pomeriggio di lunedì, il Sindaco e la sua squadra hanno ribadito le linee guida del previsionale 2012 così come ipotizzate la scorsa settimana. Non aumenterà dunque il carico riguardante l’addizionale Irpef, mentre l’Imu sulla seconda casa graverà sulle spalle dei proprietari nella misura di 1,4 punti (-0,2 punti rispetto alla prima bozza). La rinuncia all’addizionale Irpef, di fatto, ha imposto alla Giunta un’ancora maggiore riduzione nei capitolati di spesa. Restano così fuori dal piano delle opere il completamento della pista ciclabile per Offanengo e una serie di lavori secondari previsti nella scuola materna di Ombriano.

Bruttomesso, sposando la tesi Borghetti, fin dall’inizio contrario all’inasprimento dell’addzionale Irpef che avrebbe ulteriormente penalizzato le famiglie cremasche, spera ora di far quadrare i conti non solo di bilancio ma della sua stessa maggioranza, molto critica nei confronti della prima stesura del documento di Giunta. L’iter prevede ora il passaggio in commissione e la definitiva approvazione in consiglio comunale.

Particolarmente soddisfatto per la decisione della giunta e per il successo personale ottenuto, Borghetti commenta: “Ritengo questa scelta, la più equilibrata. In un momento tanto difficile aumentare ulteriormente il prelievo fiscale avrebbe messo in difficoltà le famiglie. Credo, invece, che tagliando ulteriormente le spese e razionalizzando i servizi il sacrificio sia equo per tutti. È questa la linea che le amministrazioni comunali dovrebbero sempre seguire in periodi di crisi economica com’è quello che stiamo vivendo. E sarà questo uno dei principi base della mia campagna per le primarie del Pdl”. Perché, e su questo dubbi non ve n’erano da prima, Borghetti sarà uno dei cavalli di razza del Pdl in campo l’11 marzo prossimo.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Coraggio

    Aumentare l’IMU sulla seconda casa (come se i proprietari di seconde case fossero tutti dei ricconi) e non chiedere un sacrificio minimale aumentando l’addizionale IRPEF per redditi individuali (in famiglia si lavora ormai almeno in due nell’80% dei casi) superiori ai 55.000 euro (110 milione delle vecchie lire)penalizzerà la città e costringerà chiumque vincerà le elezioni a mettere immediatamente mano alla politica delle entrate. Senza nessun investimento qualcuno dovrebbe poi spiegare ai cittadini come sia possibile la ripresa economica ed occupazionale. Un bilancio del genere rischia solo di aumentare la spesa sociale. E’ un bilancio dimissionario, senza strategia alcuna e per strateghi senza coraggio degni della prima repubblica. Più che un bilancio sa solo di innocuo spottone elettorale. Da Bruttomesso difficile aspettarsi di più ed ora gli auguriamo di avere in consiglio comunale l’astensione agognata delle minoranze. Al suo fianco c’è Borghetti? Mi dicono che dalle parti del PDL non sono affatto in accordo con la proposta del sindaco, che non è la proposta della giunta.(Sic!!!)