Commenta

Due giornate per orientarsi al futuro:
il 23 e 24 febbraio atenei e aziende
incontrano gli studenti delle superiori

Università e lavoro a portata di studente: il 23 e 24 febbraio il Polo Didattica e Ricerca di Crema ospita la giornata di orientamento aperta a tutti gli studenti di quarta e quinta superiore. Ad accoglierli ci saranno gli stand dei principali atenei universitari del territorio, affiancati dall’intervento sul campo di aziende e realtà produttive di diverso settore pronte a fornire la propria testimonianza e rispondere a dubbi e curiosità dei futuri diplomati. “L’orientamento va concepito come un lungo percorso di valutazione e non come la scelta dell’ultimo minuto” afferma l’assessore all’istruzione del Comune di Crema Laura Zanibelli, che a questo proposito sollecita l’attenzione alle scelte future a partire dal quarto anno di superiori.

TEST, COLLOQUI E CURRICULUM: LE CHIAVI DEL FUTURO

Spesso il più grande cruccio dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro è proprio il modo in cui presentarsi; a questo proposito l’idea di affrontare il controverso argomento del Curriculum Vitae e dei colloqui di assunzione: a questo proposto il Gruppo Giovani a Confronto metterà  in campo 11 professionisti per simulare colloqui di lavoro e analizzare insieme i curriculum vitae, primo vero biglietto da visita verso il mondo del lavoro. Con loro scenderanno in campo anche Bosch, COIM e SNAM Rete Gas, tre aziende del territorio che saranno a disposizione dei ragazzi per simulare colloqui di assunzione. Per quanto riguarda l’università l’attenzione si focalizza sulle facoltà a numero chiuso con prova d’ingresso, che spesso scoraggiano a priori molti studenti: a questo proposito è stata organizzata una prova simulata dell’ammissione all’università ad opera dell’Alpha Test di Milano, che si terrà nel pomeriggio del 23 febbraio.

LA RISPOSTA DELLE SCUOLE

L’opportunità è stata accolta con il giusto interesse dagli istituti cremaschi che hanno aderito senza eccezioni, orientandosi a seconda delle proprie specificità di indirizzo. A una settimana dalla giornata aperta si contano già 600 iscritti solo epr gli incontri universitari, e un centinaio di studenti in lista per la simulazione del test d’ingresso; in tutto tra quarte e quinte superiori si prevede un’affluenza che oscilla tra le mille e duemila presenze solo per la nostra città, senza contare la partecipazione delle utenze provenienti da province limitrofe.

UNA POLITICA ATTIVA DEL LAVORO

“Questo progetto vuole promuovere una politica attiva del lavoro, orientare e conoscere le possibilità che si aprono dopo gli studi superiori e saperle scegliere a seconda delle proprie prospettive e potenzialità”. L’assessore provinciale all’istruzione Paola Orini esprime la propria soddisfazione per la “due giorni” di orientamento, punto d’incontro importante sia per fornire risposte e strumenti ai giovani che per stringere il legame tra istruzione e occupazione.

Lidia Gallanti

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti