Feste e turismo
Commenta

Quattro serate tra politica e musica
la Festa Invernale della Sinistra
inaugura la nuova campagna elettorale

– Nella foto il consigliere di Sel Franco Bordo, il presidente dell’Arcigay provinciale Gabriele Piazzoni e il coordinatore Sel Alvaro Dellera


Aperitivi a tema, cucina invernale e buona musica: la Festa Invernale della Sinistra arriva a scaldare le sere d’inverno dal 16 al 19 febbraio presso la Cascina di Ombrianello di Crema. Quattro giorni per stare in compagnia e inaugurare l’avvio della campagna elettorale in vista delle prossime amministrative, in cui Sinistra e Libertà correrà con una lista autonoma a fianco di Stefania Bonaldi, attuale consigliere Pd e futura leader della coalizione di centrosinistra.

GLI APERITIVI-DIBATTITO

A partire dalle 19 verranno affrontati i temi più cari a Sel attraverso aperitivi-dibattito della durata di 50 minuti: s’incomincia parlando di acqua pubblica e gestione in house con Simone Uggetti, assessore all’ambiente del Comune di Lodi, mentre l’incontro di venerdì sarà dedicato ai diritti civili e alla proposta di istituire un registro comunale per le unioni di fatto, già diventata realtà a Milano; ne parlerà lo stesso consigliere milanese Luca Gibillini. Sabato 18 si torna a parlare degli Stalloni, uno dei temi forse più dibattuti e cari alla città che vedrà seduti la tavolo di conferenza il segretario del Forum Terzo Settore Nicola Cappabianca e il presidente del Cisvol Giorgio Reali. Domenica sera si chiude in bellezza con “L’officina di Stefania”, progetto creato dal centrosinistra per convogliare le proposte a favore della città che nei suoi ventisei gruppi tematici conta già l’adesione di 120 persone.

LA CUCINA

Ogni sera dalle 19.45 in poi sarà possibile cenare presso il salone riscaldato della cascina di Ombrianello. Il menù è vario e gustoso, con piatti della tradizione invernale a base di polenta e carne, contorni, pasta, zuppe vegetariane e cucina vegana, senza dimenticare l’angolo enoteca e bruschetteria.

SERATE IN MUSICA

Dopo cena la festa verrà animata da diversi intrattenimenti musicali: si parte giovedì 16 alle 22 con il Salotto Musica di Denis Guerini accompagnato dalla bellissima voce della cantante Nagalia; venerdì alla stessa ora si balla con il dj set Queer-Box di dj Treville in collaborazione con Arcigay, mentre il sabato alle 21 si canta a suon di rock con Karaoke’n Roll. L’ultimo appuntamento sarà domenica sera alle 21 con il cantautore cremasco Gio Bressanelli, che darà il meglio della propria esperienza musicale sperimentando una sintesi tra il suo album “Affetti speciali” e “Anime salve”, l’ultimo disco di Fabrizio De Andrè.

UNA FESTA PER FARE POLITICA CON I CITTADINI

Oltre ad essere un momento di svago e ritrovo, la festa si pone l’obiettivo di aprire la politica alla cittadinanza: “E’ una linea che avevamo già intrapreso durante la campagna elettorale per le primarie di centrosinistra – illustra il consigliere comunale di Sel Franco Bordo – Il confronto su temi comuni non deve avvenire nelle segrete stanze, saremo lì per parlare direttamente con i cittadini dei punti che abbiamo a cuore per migliorare le cose”. Sempre in tema di campagna elettorale Bordo riprenderà in mano temi come la tutela del reddito familiare, le energie alternative el a questione del nuovo stadio cremasco, temi che con quelli già citati saranno argomento di discussione domenica sera con la leader di coalizione Stefania Bonaldi.

Lidia Gallanti

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti