Commenta

L’Udc si interroga sulle alleanze
In stand-by la civica di Capetti
Trespidi: “Autonomi, con il terzo polo”

Le elezioni amministrative di maggio si avvicinano e in casa UdC, si lavora per dirimere la matassa alleanze e candidati, oltre alla definizione della posizione dell’assessore Capetti.
“Ieri ci siamo incontrati come segreteria provinciale – afferma il coordinatore provinciale Giuseppe Trespidi – per evidenziare che, per quanto ci riguarda, a Crema bisogna andare con una sola voce e questo è un obiettivo, che alla fine hanno condiviso sia l’assessore Luciano Capetti che il segretario cittadino Martino Boschiroli”.
Nelle scorse settimane, sono emerse delle diversità di opinioni all’interno del partito:
“Bisogna fare in modo che, se ci sono delle diversità di opinioni – risponde Trespidi – queste vengano discusse all’interno degli organi di partito. Poi, chi si vuole dissociare è libero di farlo, ma le decisioni devono essere prese dagli organi del partito”.
Ieri cosa avete deciso?
“Al momento ho registrato grande disponibilità a riflettere, sia da parte di Capetti, che di Boschiroli, soprattutto per ricercare una posizione unitaria e la settimana di tempo che ci siamo dati, ci aiuterà a riflettere meglio”.
In vista delle elezioni e delle alleanze, al momento qual è la posizione dell’UdC?
“Oggi come oggi, le indicazioni generali sono quelle di presentarsi con una lista autonoma, insieme al terzo polo”, conclude Trespidi.

PAUSA DI RIFLESSIONE

Da parte sua l’assessore ai servizi sociali Luciano Capetti, riferisce che l’incontro con i responsabili della segreteria del partito è servito per cercare di capire come ci si sta muovendo, in vista delle prossime elezioni.
“C’è una pausa di riflessione rispetto alla presentazione di una mia candidatura a sindaco con una lista civica – dice Capetti – e al momento non c’è nessuno strappo con l’UdC, ma c’è stato un confronto su ciò che è stato fatto dall’amministrazione. Il partito – afferma Capetti – è intenzionato a presentarsi alle elezioni costituendo il terzo polo, tuttavia io ho espresso le mie perplessità per questa ipotesi politica nel territorio cremasco, ma prendo atto con soddisfazione di questa riflessione che tutti insieme facciamo, per trovare alla fine il minimo comune denominatore”.
E la lista civica?
“Resto convinto della bontà dell’operazione lista civica” risponde Capetti.
Però al momento resta nel partito:
“Abbiamo qualche giorno per riflettere, ci sono stati dei dissidi, ma la politica va al di là dei personalismi. La lista civica è anche una provocazione, per dare la sveglia ai partiti, anche se i tempi stringono e bisognerà prendere una decisione. In questa logica, sto incontrando amici dentro e fuori al partito – conclude Capetti – ma questi saranno giorni di riflessione”.
Insomma, giorni di lavori in corso, dentro e fuori l’ UdC.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti