Commenta

Erogasmet, inatteso ko con il Lissone
Lo stop dopo 8 vittorie consecutive
I ragazzi di Galli sottotono

L’Erogasmet Crema cede 72 a 74 alla Da Giuliano Lissone, subendo così la prima sconfitta casalinga della stagione ed interrompendo una striscia di 8 vittorie consecutive. Continua invece la serie positiva dei brianzoli, giunta a 4 vittorie di fila. Gli ospiti son stati autori di una gara attenta ed orgogliosa, al cospetto di un’Erogasmet visibilmente sottotono. Gli uomini di Galli sono arrivati a questo incontro al termine di una settimana travagliata, nella quale acciacchi e difficoltà di spostamenti hanno decisamente minato la qualità degli allenamenti ed impedito di preparare al meglio la partita. Ha invece dimostrato di conoscere a memoria il gioco dei biancorossi coach Mazzali, che ha saputo inaridire le fonti del gioco cremasco ed arginare Denti sotto canestro, costringendo il resto della squadra a forzare spesso conclusioni difficili. Da tempo non si vedeva l’Erogasmet tirare con il 39% di media da 2, a testimonianza della buona difesa degli ospiti. Dopo un illusorio canestro di Crescentini, che si rivelerà l’unico vantaggio cremasco in tutto il match, Lissone infila un parziale di 10-0 che fa comprendere immediatamente a pubblico ed avversari la difficoltà del match. Tutto il primo quarto si gioca ad “elastico”, con l’Erogasmet che accorcia il distacco e Lissone che allunga nuovamente, chiudendo poi sul 19-23. Ad inizio di secondo quarto un canestro ottenuto al terzo tentativo da Radaelli che riprende per due volte il rimbalzo sul proprio tiro fa capire che la difesa biancorossa non è quella delle serate migliori. Siccome deve piovere sul bagnato, le giacchette grigie ci mettono del loro, non sanzionando evidenti contatti sotto il canestro brianzolo e consentendo a Formentini una passeggiata di tre metri con il pallone in mano in un momento importante del match. Lissone scappa e chiude il quarto avanti di 10 punti, 43 a 33, con Formentini grande mattatore come nell’incontro di andata. Coach Galli si fa sentire nell’intervallo, tanto che Lissone mette a referto solamente una bomba da tre punti nei primi 5’ del terzo quarto, con l’Erogasmet che recupera e si porta a -3. La rimonta sembra cosa fatta, ma sul finire della frazione Lissone scappa ancora, vanificando la fatica di Rossetti e compagni, con il quarto che si chiude sul 48 a 55. Emozionantissimo l’ultimo quarto di gioco, nel quale Rambaldi, menomato da un fastidio alla spalla, e Rossetti infilano alcune conclusioni da tre punti che riportano sotto i cremaschi. Sono questi due, oltre a Crescentini, gli uomini più positivi dell’Erogasmet, che sconta la serataccia di Denti e soprattutto quella di Roberti, nervoso, confusionario ed incapace di trovare quelle penetrazioni che sono state fino ad ora una delle armi più convincenti della truppa di coach Galli. Nemmeno le uscite di Albani per cinque falli e di Formentini, espulso per una testata al volto di Crescentini, peggiorano il rendimento degli ospiti, anche se Crema si rifà decisamente sotto. Quando nella bagarre finale Crema ha la palla del pareggio o del sorpasso, Roberti si intestardisce contro la difesa brianzola consegnando a Rossetti un pallone difficile, con il capitano che non può far altro che buttare sul tabellone un tiro forzatissimo. Finisce 74 a 72 per Lissone un incontro che non cambia nulla nello splendido campionato dei biancorossi, attesi sabato prossimo a Milano da un’Urania in grande salute. Servirà decisamente un’altra Erogasmet.

Marco Cattaneo

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti