Feste e turismo
Commenta

Il Carnevale Cremasco volano
per l’economia del territorio
Indagine dell’Istituto Ricerche Turistiche
Domenica la prima sfilata

Gran Carnevale Cremasco più forte del freddo polare. Ormai tutto è pronto per la prima delle tre sfilate dei corsi mascherati, in programma domenica. E neppure il gelo riesce a scoraggiare gli organizzatori di un evento che con la sua allegria porterà un po’ di colore ai cremaschi e ai turisti.

PRIMA SFILATA

La prima sfilata, dunque, partirà puntuale alle 14.30 di domenica, con le decine di figuranti in maschera, i 5 carri allestiti nei lunghi mesi invernali dai vari gruppi che animano il Gran Carnevale Cremasco e  gli ospiti d’onore di questa edizione: i rappresentanti del Carnevale di Alba Adriatica e i fascinosi costumi realizzati a Misterbianco, centro del catanese. Il programma prevede anche la musica della Can&Gat Carneval Band, il Folclore della Tropical Dream, il gruppo Folcloristico Boliviano e la musica dal vivo del Gruppo Avionic e Yust Dohot.

EVENTI

Gli organizzatori hanno pensato anche ai più piccoli, per i quali è a disposizione il Trenino Beniamino, in servizio lungo il circuito dei corsi mascherati, realizzato come di consueto nel centro storico della città. Nel corso della giornata spazio alla cultura, con le visitate guidate e ai tradizionali mercatini di Carnevale. Una particolare mostra è quella allestita con i lavori dei ragazzi dello Sraffa che hanno ideato i manifesti e la grafica del Carnevale.

INDAGINE

L’Osservatorio Turistico della Provincia di Cremona nei mesi scorsi ha commissionato uno studio sull’indice di gradimento degli eventi di maggior richiamo del territorio. Analisi affidata Istituto Nazionale Ricerche Turistiche (ISNART). Dalle interviste realizzate dai ricercatori emerge che cremaschi e i turisti che hanno assistito alle sfilate si sono dichiarati molto soddisfatti della loro partecipazione all’evento e della giornata trascorsa a Crema. La ricerca ha anche calcolato le ricadute economiche del Carnevale sul territorio, evidenziando che i visitatori spendono da 24,66 euro a 42,69 euro (escluso viaggio e alloggio) a testa durante la loro permanenza in città. Un traino per l’economia cremasca, soprattutto con riferimento al settore della ristorazione. Anche da qui l’8,5 in “pagella” attribuito dall’Osservatorio al Gran Carnevale Cremasco.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti