Commenta

Sociale, dalla Regione tagli nelle risorse
per oltre un milione di euro:
la protesta dei Comuni
Capetti: “A rischio i servizi”

Servizi sociali a rischio nei comuni del Cremasco. Il grido d’allarme arriva dal territorio, si estende alle realtà locali degli altri due distretti dell’Asl presenti nella provincia (Cremona e Casalmaggiore) e si traduce in una lettera dai toni preoccupati inviata all’assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani, al titolare della delega alla Famiglia Giulio Boscagli e al direttore dell’azienda sanitaria Gilberto Compagnoni.

DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE

All’appello, spiega Luciano Capetti, presidente di Comunità Sociale, per quanto concerne il Cremasco e i suoi 48 comuni, mancano 1milione 100mila euro. La Regione Lombardia ad inizio settimana ha illustrato il documento di programmazione riguardante il coordinamento fra gli ambiti sanitario e socio-sanitario. “A tutti – commenta Capetti – è parso subito evidente che si tratta di un piano d’azione fortemente penalizzante per il sociale e subito ci siamo mossi”. Una posizione che ha accomunato i sindaci di Crema (Bruttomesso), Cremona (Perri) e Casalmaggiore (Silla), che hanno di fatto avallato il documento dove si esprime alla Regione il forte stato di preoccupazione per lo stato dell’arte. Il tema è stato al centro anche della videoconferenza che si è tenuta all’Asl venerdì.

TAGLI IN VISTA

“Nella ripartizione delle risorse – è la chiave di lettura fornita dal presidente di Comunità Sociale Cremasca -, la Regione sta privilegiando il sistema sanitario a scapito del sociale incrementado quelle a favore del primo e riducendo quelle da ridistribuire nei territori per i servizi che afferiscono il secondo. Questa situazione mette in grave difficoltà i Comuni. A questo punto il taglio dei servizi è davvero dietro la porta se non si cambierà registro”. Il direttore dell’Asl Compagnoni ha assicurato che il documento dei rappresentanti dei Comuni e dell’azienda consortile sarò allegato la proposta che la stessa Asl si appresta a formulare alla Regione in tema di coordinamento delle risorse e dei servizi.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti