Commenta

Il Parco del Serio parla cremasco
Dopo la nomina di Scandelli
eletti nel cda Monaci e Zaghen
La presidenza al bergamasco
Dimitri Donati

Si è svolta questa mattina, nella sede di Romano di Lombardia, l’assemlea che ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione, ora chiamato consiglio di gestione, del Parco del Serio, e questa volta sono state fugate le preoccupazioni del centrosinistra, che alla vigilia dell’importante appuntamento, aveva temuto in un esito analogo a quello della volta precedente, quando nessun rappresentante della minoranza venne eletto.
Invece, oggi le cose sono andate diversamente con l’elezione unanime del presidente, nella persona del giovane Dimitri Donati, espressione del Carroccio e dei consiglieri: D’Alessio per la provincia di Bergamo, Zaghen e Monaci per la provincia di Cremona oltre al già designato da Regione Lombardia Giovanni Luigi Scandelli.
Dunque, gli incontri dell’ultimo minuto tra amministratori locali ed emissari dei vari partiti hanno consentito di raggiungere un accordo che alla fine accontenta tutti.

UNA POLITICA CHE GUARDA ALLE PERSONE

È soddisfatto il confermato componente cremasco e consigliere provinciale del PdL Ernesto Zaghen: “L’assemblea di oggi è andata bene – dice Zaghen – il voto non ha riservato sorprese e la politica, quella vera, quella che guarda alle persone, senza prestare attenzione alle fazioni politiche ha avuto la meglio. Dal punto di vista politico anche la minoranza è rappresentata – commenta Zaghen – e c’è parso doveroso appoggiare la candidatura di Monaci, che oltre ad essere già stato componente in passato è persona valida, oltre che un amico”.
Terminati i lavori odierni, Ernesto Zaghen si proietta già verso il prossimo futuro: “Bisogna portare avanti quella che è stata la gestione del presidente Gafforelli, una gestione che ha funzionato bene e che è giusto continuare a far funzionare bene, anche confermato i collaboratori di Gafforelli, che bene hanno fatto in questi anni”.

SERVIRE AL MEGLIO IL TERRITORIO CREMASCO

Grande soddisfazione nelle parole del neo eletto Basilio Monaci, docente presso l’Istituto Agrario “Stanga”, che già in passato ha ricoperto un ruolo analogo all’interno del Parco, interessandosi soprattutto di ambiente, educazione ambientale e agricoltura.
“Sono contento per l’indicazione unitaria che ha fatto il centrosinistra e ringrazio la componente cremasca del PdL e il centrodestra, che ha voluto riconoscere la rappresentanza anche alla minoranza. Ma – prosegue Monaci – una volta eletti, si lavora tutti per il Parco e non esistono le differenze politiche. Cercherò di servire al meglio il territorio cremasco e le sue esigenze ambientali, edificatorie e agricole – conclude Monaci – lavorando per questo territorio e per i 26 comuni dell’area Parco, che si estendono per circa 7.5oo ettari, da Seriate in provincia di Bergamo a Montodine in provincia di Cremona”.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti