Lettere
Commenta

Cittadella dell’Anziano
Bonaldi: “Una forzatura
l’accordo di programma
a tre mesi dalle elezioni”

da Stefania Bonaldi

La fretta dell’amministrazione Bruttomesso nell’andare a definire l’accordo di programma sulla Cittadella dell’anziano, a tre mesi dalle elezioni amministrative, è un azzardo. La delibera di indirizzo votata dal consiglio comunale ha registrato la netta opposizione di tutte le minoranze consiliari ed è stata approvata da una maggioranza risicata, che ha registrato anche al proprio interno importanti defezioni. Ora, con dubbia responsabilità amministrativa, si preme l’acceleratore nonostante il 6 maggio prossimo a Crema si andrà al voto. L’iter previsto, in un momento in cui questa maggioranza rischia di non riuscire ad approvare nemmeno il bilancio comunale di previsione, non avrà vita facile e non potrà che incontrare di nuovo, in sede di consiglio comunale, i dubbi e le contrarietà già riscontrate.

Il Sindaco Bruttomesso, consapevole della fine imminente della legislatura e del fatto che non si ricandiderà, faccia un passo indietro, lasciando alla prossima amministrazione il compito di riprendere le relazioni e le valutazioni con la Fondazione Benefattori Cremaschi, su una partita di estrema rilevanza per l’assistenza agli anziani nei prossimi anni.

Siamo di fronte ad una vera e propria forzatura che non ha alcuna ragione e alcun senso: come abbiamo più volte ribadito, mancano i presupposti necessari, oggi,  per approvare qualunque accordo di programma.

Stefania Bonaldi (consigliere comunale Partito Democratico)

 

© Riproduzione riservata
Commenti