Commenta

Parco del Serio: sabato il nuovo consiglio
Preoccupazione nel centrosinistra
Bragonzi: “Questa volta garantire
la presenza della minoranza”

Sabato nella sede di Romano di Lombardia, il Parco del Serio rinnoverà il suo consiglio di amministrazione – ora chiamato consiglio di gestione – e negli ambienti del centrosinistra cremasco, l’auspicio è solo uno: augurarsi che possa essere garantita la presenza di un componente, in grado di rappresentare quest’area politica, alla quale fanno riferimento diversi sindaci dei comuni facenti parte del Parco.
Due anni fa, non fu così, ed il centrodestra prese tutto escludendo i rappresentanti del centrosinistra; forse, anche per questo, nelle ultime ore si susseguono gli incontri tra amministratori e partiti politici, al fine di trovare un punto d’incontro.

IL TERRITORIO DEVE ESSERE RAPPRESENTATO

Per il sindaco di Montodine, Omar Bragonzi, dal punto di vista istituzionale sarebbe corretto che anche le minoranze fossero rappresentate adeguatamente all’interno di questi organi, tuttavia “la storia ci insegna che così non è stato in passato e questo ci ha lasciato tutti sconcertati”.
Al momento, in pista diversi esponenti di area Popolo delle Libertà, da Giovanni Luigi Scandelli, già designato da Regione Lombardia, a Ernesto Zaghen, ad Angelo Doldi, oltre a due rappresentati espressione del territorio bergamasco, ma sempre di di area PdL– Lega Nord.

In tutto, 5 i posti da occupare nel consiglio di gestione e per il centrosinistra è stata avanzata la candidatura di Basilio Monaci, che in passato ha anche ricoperto la carica di vice presidente del Parco: “Confidiamo che la competenza e l’esperienza di Monaci – dice il sindaco di Montodine – possa trovare spazio nel CdA, diversamente da quanto accaduto la volta precedente. Tra l’altro, all’indomani della mancata nomina, diversi esponenti del centrodestra si sono detti dispiaciuti, ma solo successivamente e non prima. Ora, mi auguro che sabato – conclude Bragonzi – le cose possano andare in maniera diversa”.
A sostenere la candidatura di Monaci, diversi comuni cremaschi di area centrosinistra, per questo motivo Bragonzi confida in una soluzione positiva: “Mi auguro che la provincia si possa fare rappresentante di questo, al fine di poter raggiungere un duplice obiettivo, avere all’interno del Parco del Serio, la rappresentanza politica della minoranza e, nello stesso tempo, garantire anche adeguata rappresentanza territoriale, visto che i comuni che hanno indicato Monaci, fanno parte a tutti gli effetti del Parco”.

Ilario Grazioso

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti