Cronaca
Commenta

Il Tribunale deve restare a Crema
Lo chiede Sinistra Ecologia e Libertà
Bordo: “La Giunta si impegni”

Mantenere il Tribunale a Crema prevedendone anche l’ampliamento dell’area di competenza, in sede di revisione della geografia giudiziaria. Lo chiede Sinistra Ecologia e Libertà, che con il suo consigliere comunale Franco Bordo ha presentato una mozione indirizzata al presidente del consiglio comunale Antonio Agazzi e al sindaco della città, Bruno Bruttomesso. Bordo ricorda come le motivazioni alla base del provvedimento del governo vanno individuate nella finalità di riorganizzare la distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari, al fine di realizzare risparmi di spesa ed incremento di efficienza, sulla base dei criteri stabiliti dalla legge delega. IL TRIBUNALE DI CREMA HA I REQUISITI Sescondo l’esponente vendoliano, il Tribunale di Crema ha tutti i requisiti elencati nella legge delega del parlamento, affinché la sua sede possa essere mantenuta, anzi secondo Bordo, ci sono gli elementi per vedere accresciuta anche la competenza territoriale, in un quadro di revisione e razionalizzazione della dislocazione degli uffici giudiziari. Inoltre, Bordo evidenzia come la consulta dei sindaci cremaschi si è già espressa in questa direzione, tenuto conto anche della storia più che centenaria del Tribunale di Crema, istituito nel 1797 e fino ad oggi sempre funzionante, ad eccezione del periodo fascista. Oltre a ciò, il Tribunale è profondamente radicato nella società e nella cultura del territorio, in grado di assicurare una giustizia rapida, per cui secondo Sel, la strada da percorrere per abbinare alla riduzione dei costi, l’ottimizzazione del “servizio giustizia”, non è la soppressione del Tribunale di Crema, ma l’ampliamento della sua competenza territoriale, allargandola ai territori limitrofi. IMPEGNARE LA GIUNTA Per questi motivi, con tale mozione il consigliere di Sel, intende impegnare il consiglio comunale al fine di chiedere al ministero della giustizia ed al governo, di mantenere il Tribunale di Crema prevedendo anche, in sede di revisione della geografia giudiziaria, l’ampliamento della sua competenza territoriale. Ma non solo questo, nella mozione si chiede anche un impegno concreto alla giunta Bruttomesso, in modo da attuare ogni iniziativa necessaria, per preservare il funzionamento del Tribunale cittadino. Ilario Grazioso ©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti