Commenta

Le melodie incantate dell’arpa
di Holland e Zitello
al festival di musica popolare
“Voci e suoni della terra”

Ventotto corde, linee sinuose, e melodie incantate che ricordano le verdi colline d’Irlanda: così l’arpa celtica conquista le terre cremasche a suon di musica. Il festival internazionale di musica popolare  “Voci e suoni della terra” torna al cineteatro don Bosco di Bagnolo Cremasco sabato 28 gennaio alle ore 21, con uno dei principali suonatori di arpa celtica di fama internazionale, Phil Holland, cui seguirà la performance con arpa celtica e arpa bardica “Civiltà celesti”, interpretata da Vincenzo Zitello. L’arpa celtica nasce nei monasteri d’Irlanda attorno all’undicesimo secolo per accompagnare salmi e preghiere, fine particolarmente adatto al suono dolce e vibrato delle sue corde metalliche, che pizzicate da dita esperte sono in grado di riprodurre l’estensione vocale del coro durante la meditazione spirituale. In quest’occasione l’arpa torna ad essere protagonista del nostro tempo grazie ad un concerto studiato ad hoc, per riscoprire sonorità lontane ma sempre ricche di fascino.

VINCENZO ZITELLO

Primo pioniere dell’arpa in Italia, Vincenzo Zitello inizia i propri studi musicali come violinista e flautista con una formazione classica, che amplierà estendendola a nuovi linguaggi musicali in cerca di una propria identità artistica, fino ad esperienze professionali di altissimo livello come l’esibizione a fianco del maestro Franco Battiato nel 1974. La ricerca continua proprio tra le corde delle sue arpe, una celtica e una bardica, che il musicista utilizza in alternanza per creare suggestive e sorprendenti sonorità. “Civiltà Celesti” è un concerto colmo di lirismo, in cui il ritmo viene incalzato e rimodellato da variazioni fantasiose e virtuosistiche in grado di stupire l’orecchio dell’ascoltatore; il concerto si inserisce nella settimana dell’oratorio organizzata da don Stefano Savoia, dedicata al tema “Silenzio! Parla Dio”.

l. g.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti