Commenta

Arespan Brocca, operai pronti
a bloccare la fabbrica
“Subito gli arretrati o lo stop”

– nella foto di repertorio una manifestazione sindacale

 

O arrivano gli arretrati o si blocca la fabbrica. Operai dell’Arespan Brocca di Agnadello ancora sul piede di guerra, pronti a ritornare in picchetto permanente di fronte ai cancelli dell’azienda non solamente ad Agnadello, ma anche in Piemonte, a Mombercelli, sede dell’impresa.

DOCUMENTO

Un documento è stato steso in queste ore dall’assemblea dei dipendenti per ribadire alla proprietà che gli accordi vanno rispettati. In pratica, riferiscono fonti sindacali, «o rispettano gli accordi ed entro il primo febbraio versano una tranche degli arretrati oppure bloccheremo gli ingressi dell’Arespan».

IL TERMINE DEL 18 GENNAIO

Il fatto è che l’azienda avrebbe dovuto versare entro il 18 di gennaio una tranche della cassa integrazione e il Tfr degli operai che hanno lasciato il lavoro, ma l’accordo non è stato rispettato. «Questo – spiegano i sindacati – è forse il massimo che l’azienda può fare, ma non è sufficiente per i lavoratori».

L’INCONTRO

L’argomento è stato trattato stamattina dalle parti sindacali, Cesare Pavesi della Fillea Cgil e Enrico Guaragna della Filca Cisl nella sede dell’Associazione industriali di Cremona. Sotto esame anche la risposta del tribunale al piano presentato dall’azienda in base al comma 6 del 182 bis della legge fallimentare. Risposta non ancora arrivata, ma in base alla quale cambieranno le sorti dell’azienda. L’azienda ha presentato un piano di ristrutturazione e accreditamento del debito che dovrebbe essere accettato dal tribunale e dai creditori, in caso contrario si aprirebbero scenari a differenti e non certo incoraggianti.

L’ASSEMBLEA

Durante l’assemblea con i lavoratori erano presenti anche i confederali che hanno spiegato quali e come accedere alle agevolazioni, soprattutto all’anticipazione della cassa integrazione in base agli accordi provinciali con le banche. »Accordi, – dicono i sindacati, – che sembrano facili da mettere in campo, ma quando si tratta di pagare ci sono sempre difficoltà».

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti