Cronaca
Commenta

Furto al cantiere
della Paullese, tre uomini
sorpresi dall’Arma

Tre uomini sono stati sorpresi dai carabinieri con diverso materiale ferroso rubato poco prima dal cantiere per l’ampliamento della Paullese. L’intervento è dell’Arma di Bagnolo Cremasco e risale alle 9,25 di stamattina. I militari hanno scoperto i tre, calabresi, lungo la strada di arroccamento al cantiere. Viaggiavano su un autocarro Fiat Daily, carico di ferro appena asportato dalla zona in cui i lavori sono condotti da una società con sede legale in provincia di Treviso. Tutto il materiale è stato restituito, ritirato dalla ditta, ed è partita la denuncia.

Un’attenta vigilanza sul cantiere è stata disposta dal comando provinciale dei Carabinieri per evitare turbative ai lavori, lievitazione dei costi e subappalti non autorizzati. I furti di questo genere allungano notevolmente i tempi delle operazioni e aumentano i costi, in quanto nei giorni successivi le maestranze senza utensili o senza gasolio sono costrette a rinviare le attività previste. Si tratta di fatti fastidiosi che spesso inducono la direzione dei cantieri a rivedere l’organizzazione con maggiori oneri a carico della collettività.

I tre calabresi, tutti noti alle forze dell’ordine, hanno 18, 27 e 36 anni e provengono da Marina di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria), Orzinuovi (Brescia) e Melito Porto Salvo (Reggio Calabria). Sono stati deferiti in stato di libertà per il basso valore venale del metallo fino a quel momento asportato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti