Commenta

Poiein, in biblioteca appuntamento
con la poesia di Carlo Alberto Sacchi
e le letture di Nuvola Rivolta de Capua

Poesia come arte: un legame antico che giunge da lontano, da una Grecia classica madre di cultura che da sempre associa il significato della creazione all’espressione dello spirito umano nelle sue varie forme. Carlo Alberto Sacchi torna a far parlare di sé nella propria città, che già lo vede attivo in numerose attività e collaborazioni locali in diversi ambiti, dalla critica letteraria delle grandi penne italiane alle più intime creazioni poetiche. Tra queste si colloca Poiein, creazione che ‘Berto’ Sacchi presenterà il prossimo giovedì 26 gennaio alle ore 21 presso la Biblioteca comunale di Crema in via Civerchi; i testi verranno letti al pubblico dalle voci di Vanda BruttomessoRachele Donati de ContiLuciano BertoliNuvola Rivolta de Capua, lettrice e regista della manifestazione.

POIEIN

Poiein (лоιεῖν) significa ‘fare’, creare, comporre, un termine che abbraccia tutto il mondo della creatività artistica dalla pittura all’invenzione di versi; quest’accezione ampia e in continua evoluzione ha portato al nostro concetto di “poesia”, ormai parte del vocabolario quotidiano. Proprio come in un’antica ode, in Poiein l’autore canta a se stesso poesia, amore e necessità di Dio: da mezzo di espressione lirica la poesia recupera il proprio valore evocativo e diventa voce interiore, in grado di esprimere le sfumature contraddittorie di un animo vivo, mutevole e inafferrabile come le parole.

l. g.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti