Cultura
Commenta

“La città digitale”:
Gianluigi Cogo venerdì
ospite di CremaCambia

“La città digitale” è il tema che CremaCambia propone per il quarto appuntamento del percorso di cittadinanza organizzato presso la libreria Dornetti in via delle Grazie a Crema. Ospite della serata  (venerdì alle 21), che vuole puntare i riflettori sulle possibilità reali che Crema può avere, sarà Gianluigi Cogo, uno dei massimi esperti in Italia sul tema.

Cogo da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde cultura digitale nella pubblica amministrazione. In rete dai primissimi anni 90, a Venezia fonda la prima rete civica: Venice On-Line e poi il primo portale cittadino: Venezia.Net. Verso la fine degli anni 90 fonda, assieme ad altri colleghi, il primo network dei comuni della Provincia di Venezia Polo Est e infine uno dei primi social network italiani: Networkingitalia.it. Presso la Regione Veneto, dove si occupa di eGovernment nell’ambito del progetto Community Network, ha creato la prima rete intranet basata su workspace e su dinamiche 2.0. Ha sviluppato, inoltre insieme ad altri colleghi di diverse regioni italiane, Ritef, la rete delle regioni per l’e-learning ed è stato fin dai primi anni 2000 uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia.

Attualmente svolge consulenze per università e ministeri e agenzie governative per divulgare le dinamiche e i valori della collaborazione e della partecipazione. Ma è anche presidente di Assint (Associazione per lo sviluppo dell’ innovazione e delle nuove tecnologie), membro nell’ esecutivo dell’Istituto per le politiche dell’Innovazione, fondatore/animatore della rete degli innovatori della pubblica amministrazione e membro del Comitato Scientifico della rivista Egov e fondatore dell’Associazione Italiana per l’Opengovernment di cui è Segretario Generale. Cogo ha ideato e promosso il primo Barcamp degli innovatori della pubblica amministrazione, e collabora con diverse istituzioni a master e corsi sullíe-government 2.0 e sull’enterprise 2.0.

 

© Riproduzione riservata
Commenti