Un commento

Condividere l’auto:
rispettare l’ambiente riducendo il traffico
A breve un progetto sperimentale
voluto dal vicesindaco Piazzi

Nel corso dell’ultima seduta, l’amministrazione comunale di Crema ha provveduto a dare l’ok all’avvio del progetto sperimentale di carpooling, termine inglese utilizzato per definire la pratica della condivisione dell’auto, che avviene grazie ad appositi siti web.

COS’È IL CARPOOLING

Si potrebbe sintetizzare con l’espressione “riempire le auto e svuotare le strade”. Da qualche anno, timidamente comincia a diffondersi anche in Italia, dopo le positive esperienze nel nord Europa, il concetto della condivisione di un bene, che come sottolinea anche il vice sindaco Piazzi, nel nostro Paese, incontra ancora resistenze culturali.
In pratica, ci si rivolge a tutti coloro che utilizzano l’auto per spostamenti sistematici (ad es. casa-lavoro) e sono disposti a condividere lo stesso autoveicolo, contribuendo alle spese sostenute dal proprietario dell’auto. Per sperimentare questo sistema di viaggio, basta accedere ad appositi portali, procedere alla registrazione e, una volta indicato il tragitto che si compie, dare la propria disponibilità o a condividere l’auto o a condividere le spese di viaggio.
Le richieste e le offerte di passaggi da parte degli iscritti, vengono incrociati automaticamente tra loro, in base a percorsi ed orari simili, così i fruitori del servizio vengono messi in contatto.

 

 

Massimo Piazzi

 

 

PERCHÉ ANCHE A CREMA

L’obiettivo del comune è quello di incentivare misure di mobilità sostenibile, che possano avere come effetto quello di diminuire il traffico automobilistico privato, quindi le conseguenti emissioni inquinanti.
Partendo dalla considerazione che già un decreto ministeriale del marzo 1998, promuoveva iniziative volte alla condivisione dell’automobile da parte di più persone, il comune ha deciso di accogliere positivamente la proposta avanzata dalla Società Sharing Innovation GmbH, in grado di pianificare un servizio web per le amministrazioni locali, che permette l’attivazione di questo progetto.

SHARING INNOVATION GmbH

E’ un’azienda tedesca, che realizza progetti web legati alla mobilità sostenibile prevalentemente sul mercato italiano.
Tra quelli proposti, spicca postinauto.it, partito nel 2009 e oggi uno dei siti leader del carpooling italiano, con la garanzia della massima sicurezza, grazie a una serie di meccanismi, tra i quali il controllo della targa e la verifica dei documenti di identità.
Gli automobilisti che hanno dei posti liberi in auto, possono metterli a disposizione di altri utenti del sito per risparmiare sulle spese di viaggio e viaggiare in compagnia.

IL PROGETTO

Il vice sindaco con delega all’ambiente Massimo Piazzi parlando dell’iniziativa dice: “Era da un po’ di tempo che si stava lavorando ed ora è stata ufficialmente avviata l’attivazione di un sito web, con pagine dedicate al comune di Crema, gratuito, sia per l’amministrazione che per gli utenti”.
Quando partirà la fase sperimentale?
“Appena il sito sarà pronto partirà la sperimentazione – afferma Piazzi – che sarà per noi l’occasione per verificare la risposta della cittadinanza, al fine di implementare altri servizi, con l’attenzione rivolta sempre ad un duplice obiettivo da perseguire: quello economico e quello ambientale, perché se ci sono meno macchine in giro si inquina di meno”.

Ilario Grazioso

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Per fare car pooling consigliamo anche il portale italiano gratuito http://www.carpooling.it, per viaggiare insieme risparmiando ed in tutta sicurezza, grazie al sistema di prenotazione online e di feedback utenti!