Cronaca
Commenta

Furto in una villa di Rivolta d’Adda
Tre giovani albanesi arrestati
Recuperati monili in oro e argento

Arrestati pochi minuti dopo aver messo a segno un colpo in villa. È questo l’esito dell’ennesima brillante operazione portata a termine dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Crema, che hanno fatto scattare le manette ai polsi di tre giovani di origine albanese.

TEMPESTIVA LA CHIAMATA AL 112

L’episodio è avvenuto venerdì a Rivolta d’Adda. Intorno alle 18,30 alcuni residenti hanno notato i componenti della banda scavalcare la recinzione di una villetta di via Donizetti, per darsi poi alla fuga. La tempestiva chiamata al 112 ha permesso ai militari di portarsi in zona in pochissimi istanti e raccogliere alcuni preziosi indizi. Fin da subito è emerso che i tre avevano forzato la porta dell’abitazione e una volta all’interno, approfittando dell’assenza dei proprietari, indisturbati erano riusciti a razziare monili in oro e argento e un computer portatile. La loro fuga è durato però pochissimo. Il primo ladro è stato arrestato all’altezza della fermata dell’autobus, gli altri due quando ancora si trovavano nella campagna di Rivolta d’Adda.

IL PROCESSO

Si tratta dei fratelli Santilian Z. (20 anni) e Arjan Z. (22 anni) e di Shkelqim L. (30 anni), processati nel pomeriggio con rito abbreviato nel Tribiunale di Crema, dove hanno patteggiato pene che vanno dagli 8 mesi ai 2 anni di reclusione (pena sospesa). Recuperata e restituita ai proprietari la refurtiva, stimata in circa 1500 euro, che era stata nascosta a poca distanza dal luogo del furto.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti