Politica
Commenta

Terremoto nella Lega:
in cinque abbandonano
il direttivo provinciale
in polemica con la segreteria Barbati

Angelo Barbati

Terremoto nella federazione cremasca della Lega. Eugenio Cerioli, Cristian Chizzoli, Annibale Doldi, Giuseppe Tomaselli e Raffaele Volpini hanno rassegnato oggi le loro dimissioni dal direttivo provinciale del partito. All’origine della netta presa di posizione, la linea della Lega cremasca sulla New.co per il servizio di igiene ambientale, sulla partita per la gestione del servizio idrico provinciale, e sulle prossime elezioni amministrative a Crema.
“In data odierna, i sottoscritti militanti hanno comunicato al segretario provinciale Angelo Barbati le loro dimissioni immediate dal Direttivo Provinciale di Crema – informano in una nota congiunta Cerioli, Chizzoli, Doldi, Tomaselli e Volpini -. La nostra decisione fa seguito a una serie di posizioni espresse dalla Segreteria Provinciale di Crema su temi di estrema rilevanza per il nostro territorio (quali la New.co per il servizio di igiene ambientale, la gestione del servizio idrico provinciale, le prossime elezioni amministrative a Crema) e delle quali abbiamo appreso dalla stampa locale, senza che ci fosse stata alcuna discussione all’interno del Direttivo Provinciale. Quest’ultimo, che dovrebbe essere il luogo deputato a stabilire la linea politica del Movimento e dove trova rappresentanza l’intera militanza provinciale, è stato invece spogliato delle sue prerogative decisionali, inducendo così le nostre dimissioni irrevocabili”.
“Ci auguriamo che questa decisione, a cui siamo arrivati dopo una lunga e sofferta riflessione – concludono gli esponenti della Lega -, sia da sprone per un maggior confronto nell’ambito della Lega Nord di Crema, all’interno della quale continueremo a militare con convinzione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti