Commenta

Franco Agostino Teatro Festival,
l’avventura continua
Siglato un nuovo protocollo
Altri 3 anni di attività assicurati

Fatf, l’avventura continua. E’ stato firmato il protocollo d’intesa tra l’associazione culturale del Franco Agostino Teatro Festival e le istituzioni locali, che riconfermano il progetto per altri tre anni. L’alleanza con Provincia di Cremona, Comune di Crema e il festival cremasco si rinnova nel solco del successo riscosso durante le edizioni precedenti, che dopo aver valicato le Mura venete si sono prima estese a tutto il territorio nazionale e poi hanno conquistato l’Europa.

IL TEATRO PER I RAGAZZI

“I ragazzi prima di tutto” afferma soddisfatta la presidente del Fatf Gloria Angelotti affiancata dai rappresentanti delle istituzioni territoriali; il sostegno giunge anche dalla provincia rappresentata dall’assessore alla cultura Paola Orini, che esprime la volontà di estendere il protocollo anche ad altri comuni del territorio. La validità del progetto viene ribadita dall’assessore alla cultura di Crema Laura Zanibelli che sottolinea la valenza educativa di un progetto in grado di coinvolgere le scuole del territorio e sensibilizzarle all’espressione di sé attraverso la sperimentazione; a questo proposito interviene anche il presidente della Fondazione San Domenico Umberto Cabini, con la speranza che il Fatf diventi il veicolo per avvicinare un pubblico nuovo e giovane alla realtà teatrale.

IL RUOLO DEL COMUNE E DEL SAN DOMENICO

I tempi sono duri, ma pare che il coraggio di investire nella cultura non manchi: “Il Fatf è da garantire” afferma il vicesindaco di Crema Massimo Piazzi, che parlando di sussidiarietà orizzontale sottolinea come il Fatf possa diventare motivo di prestigio e importanza per la città di Crema, sempre più proiettata verso scenari internazionali. A questo proposito, proprio il 6 gennaio il Franco Agostino Teatro Festival sarà ospite del comune di Melun, che vuole premiare il lavoro passato e l’impegno futuro dell’associazione cremasca esportata con grande successo in terra francese.

© Riproduzione riservata
Commenti