Commenta

Botti di Capodanno, lettera
di Ardigò al sindaco:
“Dannosi per ambiente e animali
il Comune vieti l’uso”

Crema si attivi per vietare l’uso e l’accensione di fuochi d’artificio, fumogeni e petardi. A chiederlo è il consigliere comunale e candidato sindaco dei Verdi, Gianemilio Ardigò. Un provvedimento già adottato in molte città italiane, compresa Cremona, e che andreebbe esteso “a tutto il periodo di insostenibile situazione atmosferica per gli alti valori di PM10 riscontrati”. La richiesta di Ardigò è indirizzata al sindaco Bruno Bruttomesso, all’assessore all’Ambiente Massimo Piazzi e al comandante della polizia locale Alberto Carlo Peverelli. “I valori delle polveri sottili – evidenzia Ardigò – sono in continua salita e stanno provocando nei confronti dei cittadini e negli animali una dannosa  e rischiosa situazione sanitaria. Il divieto risulta essere ulteriormente sostenuto per quanto riguarda gli animali, cani e gatti, che ogni anno soffrono di questi riti tribali senza senso e senza rispetto. E’ un atto di civiltàe di cultura che manca ancora nel nostro paese”. Proprio per evitare i danni da botti di fine anno, Ardigò lancia un appello: “Se volete bene agli animali limitatevi al brindisi, se invece ne avete uno, tenetelo nella stanza più isolata della casa, fategli sentire radio o tv e abbassate le tapparelle. Non lasciatelo sul balcone, perché potrebbe buttarsi giù, e fate attenzione a come lo legate, perché nell’agitazione potrebbe farsi male. Se sparisce sotto il divano per tutta la sera, poi, non vi preoccupate e non forzatelo ad uscire: è il minimo che possa fare per non impazzire. Sono alcuni dei consigli che la Lav sta diffondendo in questi giorni che precedono i botti di Capodanno, un vero incubo per tutti gli animali”.

© Riproduzione riservata
Commenti