Commenta

Brebemi, il tribunale dispone
il dissequestro dei cantieri
Cattaneo: contento per i dipendenti

Una buona notizia per la Brebemi. Il tribunale del Riesame di Brescia ha accolto l’istanza di dissequestro presentata da Brebemi e consorzio Bbm dei cantieri che erano stati bloccati. Fra questi vi è anche quello di Fara Olivana, sbocco Cremasco della nuova autostrada. Il blocco era stato disposto a seguito dell’inchiesta che ha portato in carcere per tangenti l’ex assessore all’Ambiente della Lombardia e vicepresidente del consiglio regionale, Franco Nicoli Cristiani. Si tratta di 34 chilometri di cantieri. Soddisfatto l’assessore alle Infrastrutture della Lombardia, Raffaele Cattaneo, che ha parlato di “bella notizia” soprattutto per i quasi mille dipendenti finiti recentemente in cassa integrazione. Secondo Cattaneo la Brebemi sarà ultimata nei tempi previsti.

“Apprendendo dell’auspicata decisione, Brebemi ringrazia tutti coloro che hanno lavorato affinché si potesse tornare alla normalità – ha dichiarato Francesco Bettoni, Presidente di Brebemi SpA – un  apprezzamento va a tutta la magistratura  per il lavoro svolto ”. I due cantieri di Cassano d’Adda e Fara Olivana torneranno attivi a partire dai primissimi giorni di  gennaio, consentendo a tutte le maestranze  impegnate in tali aree di riprendere a lavorare regolarmente.

 

© Riproduzione riservata
Commenti