Cronaca
Commenta

Ospedale Rivolta: la Bcc Adda e Cremasco
e l’Associazione “Proteggi il tuo cuore”
donano attrezzature innovative

– un momento dell’incontro con il direttore generale Luigi Ablondi

 

Presentate questa mattina, presso la direzione generale dell’A. O. Ospedale Maggiore di Crema, le attrezzature che saranno utilizzate presso il presidio di Rivolta e che sono state donate dalla Banca di Credito Cooperativo dell’Adda e del Cremasco – Cassa Rurale, rappresentata dal presidente Giorgio Merigo e dall’Associazione cardiopatici “Proteggi il tuo cuore” di Rivolta d’Adda, rappresentata dalla presidente Rachele Ogliari.

Nel suo breve intervento, il direttore generale Luigi Ablondi ha voluto sottolineare come queste attrezzature qualificano ancora di più l’unità operativa di riabilitazione cardiologica che opera a Rivolta: “Rivolta è a tutti gli effetti complementare e pienamente integrato nel territorio cremasco e all’interno dell’azienda – ha detto Ablondi – e attua un percorso fondamentale per dare assistenza ai pazienti colpiti da particolari eventi”.
Giorgio Merigo ha espresso la soddisfazione per la continuità della collaborazione con l’Ospedale ed ha ringraziato il dott. Gianfranco Brambilla componente il CdA: “Con questa donazione si ricorda l’impegno del compianto sindaco Grillotti, che aveva seguito l’iter per il mantenimento della struttura ospedaliera a Rivolta”.
Sono intervenuti anche la dott.ssa Frida Fagandini, il dott. Roberto Savazza e il dott. Tommaso Diaco.

I DISPOSITIVI CHE DA GENNAIO SARANNO UTILIZZATI A RIVOLTA

La Bcc Adda e Cremasco ha donato un dispositivo dotato di software innovativo, che permette l’accesso da parte del medico, ai dati vitali del paziente, da qualunque luogo si trovi. Nello specifico, se l’infermiere o il medico di turno si trova di fronte a un dubbio, può chiedere consulenza ad un collega, che potrà visualizzare lo stato del paziente, direttamente dal luogo dove si trova (conferenza, studio, casa), senza dover correre in reparto, riducendo drasticamente i tempi dell’intervento.

L’Associazione “Proteggi il tuo cuore”, nata nel 2007 ha donato un dispositivo che consente con un sistema Bluetooth, la misurazione, la registrazione e l’elaborazione dei dati riferiti alla saturazione di ossigeno e alla frequenza cardiaca nel paziente, durante l’esecuzione del test del cammino o durante il sonno.

PRESENTATO SCARTABELLATI, DIRETTORE DELL’UNITA’ OPERATIVA

L’incontro di oggi è stato l’occasione per presentare il nuovo Direttore dell’Unità Operativa di Riabilitazione Respiratoria presso il presidio di Rivolta, il dott. Alessandro Scartabellati che ha brevemente descritto gli ambiti di intervento dell’U. O.: dalle classiche patologie respiratorie croniche, alla diagnostica e alla terapia delle patologie respiratorie sonno correlate, alle problematiche respiratorie di pazienti con patologie neuromuscolari, in collaborazione con l’Ist. Neurologico “Besta” di Milano.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti