Ultim'ora
Commenta

Arespan, sopravvivenza a tempo
Firmata la cassa integrazione straordinaria
Fra un anno la mobilità

– foto di repertorio

 

Speranze ormai ridotte al lumicino per la sopravvivenza dell’Arespan Brocca di Agnadello. Con la firma della cassa integrazione straordinaria avvenuta oggi in Regione Lombardia, alla presenza dei sindacalisti cremaschi Cesare Pavesi di Fillea Cgil e Enrico Guaragna di Filca Cisl per gli oltre 60 dipendenti non resta che un anno prima della mobilità. A partire da oggi fino al 19 dicembre del 2012 i lavoratori, in particolar modo donne, saranno in cassa a zero ore senza rotazione. Finisce così la storia di un’azienda che per anni è stata al centro del mondo lavorativo del paese e della quale tra un anno non resterà praticamente nulla. L’intenzione della proprietà è quella di salvare per lo meno la sede piemontese di Mombercelli in provincia di Asti dove lavorano 140 persone. Per quelle di Agnadello sono in corso incontri con la Provincia di Cremona e il comune per la riqualificazione e ricollocazione dei dipendenti.


 

© Riproduzione riservata
Commenti