Cronaca
Commenta

Diversabilità e occupazione
sono mondi conciliabili
Con la mediazione delle associazioni
venti assunzioni in due anni
L’esempio degli orti sociali

Diversabilità e occupazione sono mondi conciliabili. La conferma giunge dall’assessore comunale ai servizi sociali Luciano Capetti che si congratula con le realtà locali attive in questo campo, tra cui la Comunità Sociale Cremasca, il Sistema di Inserimento Lavorativo, Caritas Crema e Cascina Arcobaleno. I numeri parlano: i percorsi di mediazione attivati a Crema si sono conclusi con l’assunzione di ben 12 persone nel 2010 e 8 nel corso di quest’anno. I soggetti in carico ai nostri servizi sociali tuttavia non mancano: a conclusione del 2011 se ne contano 156 su tutto il territorio, di cui 33 solo per Crema.

FONDAMENTALE IL VOLONTARIATO

“L’impegno profuso fino ad oggi da associazioni, istituzioni e volontari è destinato a crescere e concretizzarsi in progetti volti a creare un ponte tra le persone svantaggiate e le aziende, per promuovere una cultura di collaborazione per rendere efficace il loro inserimento in campo lavorativo”, spiega Capetti. Per fare questo il Comune ha seguito diverse strade, dagli accordi sull’assunzione stipulati con le aziende all’istituzione di borse di lavoro o progetti d’inserimento paralleli. Tra questi spicca l’iniziativa degli orti sociali del Distretto Cremasco nata circa un anno fa dalla collaborazione tra gli enti sociali, la parrocchia di Santo Stefano in Vairano e i comuni di Offanengo, Romanengo, Pianengo e Bagnolo. Un progetto quasi di volontariato basato su pochi fondi autonomi, che è cresciuto portando con sé soddisfazione e ottimi risultati fino a ottenere dal Ministero degli interni un contributo di 52 mila euro. Un’ottima notizia, che però ha bisogno di credito e sostegno da parte del territorio: dopo il finanziamento erogato dalla Banca del Monte di Lombardia, l’amministrazione cremasca ha contattato anche la Bcc Cremasca e la Banca dell’Adda, due istituti di credito ben radicati sul territorio che hanno dimostrato sensibilità al progetto e presto si avranno notizie su eventuali contributi finalizzati alle attività del 2012.

 

© Riproduzione riservata
Commenti