Ultim'ora
Commenta

Verso le amministrative 2012
Almeno 7 i candidati alla poltrona
che è di Bruttomesso
Alleanze ancora da definire

– foto Giulio Giordano

 

Sarà una corsa molto affollata. Stiamo parlando della futura competizione elettorale che determinerà il successore di Bruno Bruttomesso sulla poltrona di Sindaco del Comune di Crema. Centrodestra e centrosinistra da tempo hanno dato inizio alle grandi manovre per tessere alleanze e definire candidature, ma a pochi mesi dal via ufficiale della campagna elettorale il quadro resta molto confuso. Se nel centrosinistra, attraverso il moderno strumento delle primarie, è già stata determinata la persona che si presenterà nella veste di candidata sindaco (Stefania Bonaldi, attuale capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale), altrettanto non si può dire per l’alleanza che dovrà sostenerla. Ancora più in alto mare, a giudicare dalle voci di corridoio, la situazione nel centrodestra.

CENTRODESTRA

In molti fino a poche settimane fa indicavano nel presidente del consiglio comunale Antonio Agazzi il papabile alla candidatura nella corsa a Sindaco. Il suo distinguo rispetto al partito di appartenenza, il Popolo della Libertà, sulla vicenda Cittadella dell’Anziano pare però aver cambiato le carte in tavola. In ambienti vicini al Pdl si fanno anche i nomi di Simone Beretta e Laura Zanibelli, ma al momento si tratta solo di congetture. Il piano strategico, infatti, non potrà che essere definito sulla base delle alleanze. Al momento attuale la Lega Nord, poco soddisfatta dall’esperienza governativa ancora in corso, ha più volte pubblicamente manifestato l’intenzione di correre da sola. Anche all’interno del Carroccio, però, i distinguo non mancano. La discussione fra l’anima più vicina al segretario provinciale Angelo Barbati (che in caso di corsa solitaria potrebbe essere fra i candidati) e la ‘corrente’ che ha come punti di riferimento Chizzoli e Bignami è apertissima e l’impressione è che alla fine l’atteggiamento da assumere in vista delle amministrative sarà  condiviso con la segreteria nazionale della Lega Nord, guidata da Giorgetti.

Interessata alla decisione è la lista civica Obiettivo Crema. Infatti, in caso di scissione dell’asse Pdl-Lega Nord, la civica che esprime l’assessore Mia Miglioli e il consigliere Luigi Doldi potrebbe apparentarsi proprio con il Carroccio. Il dialogo, però, resta aperto anche con il Terzo Polo.

CENTROSINISTRA

Come detto Bonaldi sarà la candidato sindaco. Gratificata dal risultato delle primarie, dove ha raccolto il 66 percento delle preferenze, l’attuale capogruppo del Pd oltre che al programma sta lavorando alle alleanze. Chi oltre a Sel e Rifondazione entrerà a farne parte? Al momento non i Verdi. Gianemilio Ardigò, infatti, ha già lanciato la propria candidatura in autonomia dopo i ripetuti contrasti con i vertici di Sel. Stando ad alcune indiscrezioni alla competizione elettorale potrebbe presentarsi una lista civica a sostegno dell’avvocato Rosaria Italiano, esponente della minoranza in seno al Cda di Finalpia, ma fatta oggetto, come ricordato da lei stessa, “di fuoco amico” proprio per le sue posizioni sull’ex colonia marina dei cremaschi, troppo distanti dal Pd. Molto incerta resta la posizione di Gianni Risari, vicesindaco al tempo della giunta Ceravolo e non allineato sulle posizioni dei democratici. Anche la presenza dei grillini del Movimento 5 Stelle, forza antipartito per antonomasia, nel centrosinistra è vista con una certa preoccupazione.

TERZO POLO

Acque agitate nel Terzo Polo. Finiani, Udc e rutelliani di Api, infatti, dopo la presentazione ufficiale del loro progetto hanno l’obbligo di definirne la strategia di azione. Se da una parte, in caso di corsa in autonomia, il candidato sindaco potrebbe essere Martino Boschiroli, dall’altro il gioco delle alleanze potrebbe cambiare di molto le cose. I contatti sotto traccia con il Pd, anche se nessuno è disposto ad ammetterlo, in passato ci sono stati. Ed è questa una delle ragioni del dissenso dell’assessore Luciano Capetti, pronto a lasciare l’Udc per dar vita, con alcuni autorevoli presidenti di associazioni di categoria, ad una lista civica in appoggio al Pdl. Nel Terzo Polo, però, si dialoga anche con il centrodestra. E c’è chi crede non impossibile un’alleanza a tre con Lega e Obiettivo Crema pronta a misurare il rapporto di forza con il candidato del Popolo della Libertà.

Ma, per ora, di alleanze virtuali si tratta. Dopo la pausa natalizia il quadro comincerà a completarsi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti