Cronaca
Commenta

Il derby è della Pomì
La Icos si ferma alla Baslenga
cedendo al quinto set

E’ la Pomì ad aggiudicarsi l’attesissimo derby cremonese di serie A2. In una Baslenga da grandi occasioni, la squadra di Casalmaggiore riesce a primeggiare portando a casa un risultato importantissimo in chiave morale e classifica. Prima volta di Pomì contro Crema in A2. Partita di gran spettacolo finita 3 a 2 per le padrone di casa.

All’inizio la vittoria di Giaveno è la benzina al morale violarosa: Paolini a muro e in attacco, poi l’ace di Fanzini, scavano subito un divario che le padrone di casa mal digeriscono (2-6). Milano è subito costretto al time out e a sostituire Petrucci (leggero infortunio alla mano dopo un muro) e la Icos ne approfitta subito volando a +6 (5-11). Il margine resta ampio, ed è solo grazie a un nastro fortunato di Olivotto che la Pomì torna a respirare (19-23). Poi Fanzini decide di mettere il suo sigillo, prima in attacco e poi a muro per il 19-25 finale.

Il secondo set vede le cremasche partire in leggera salita (1-4), ma il recupero è immediato e non scalfisce le certezze delle ragazze di coach Barbieri. Prima di lasciare il segno, però, le violarosa devono lottare punto a punto fino al 10 pari: poi un netto parziale di 2-10, con Paolini e Togut protagonista, spegne le velleità casalasche. Solo sul finale il muro della Pomì prova a far traballare la Icos (19-22), ma è un fuoco che la Icos riesce benissimo a controllare prima della stoccata finale della capitana (21-25).

Casalmaggiore non ci sta a fare da spettatore alla passerella violarosa, quindi Zago prende per mano le sue compagne e, complici gli errori al servizio del Crema, le trascina verso un solido +5 al secondo time out tecnico (11-16). La reazione della Icos arriva con Rondon e Paolini che firmano il 16-15, ma il muro della Pomì diventa insuperabile, così il divario si allarga nuovamente e questa volta il break è decisivo (18-25).

Le cremasche perdono smalto e non trovano più soluzioni per mettere palla a terra nel campo di Casalmaggiore che, a muro e in difesa, chiude tutti gli spazi possibili. Così tocca alle violarosa subire la rimonta che solo due giorni prima aveva imposto alla capolista: si va al tie break con un netto 25-20 e con l’inerzia della gara nelle mani delle padrone di casa.

La benzina iniziale della Icos finisce, e nonostante un guizzo che permette alle violarosa di condurre nella fase centrale del tie break (8-10) la Pomì vince sia la battaglia sul campo che quella dei nervi, rispondendo con un parziale di 6-1 e rintuzzando il tentativo della truppa del presidente Claudio Cogorno di tornare in corsa: finisce 15-13 nel tripudio del pubblico del PalaBaslenga.

TABELLINO

POMI’ CASALMAGGIORE: Lugli 17, Paris libero, Olivotto 15, Nardini 12, Giorgi 0, Tomasevic 17, Trabucchi 0, Petrucci 0, Bertone ne, Zago 20, Kucerova ne, Musetti 1.

ICOS CREMA: Paolini 20, Baggi 0, Togut 28, Nicolini ne, Fanzini 9, Carrara libero, Devetag 8, Secolo 5, Cagninelli ne, Mutti ne, Portalupi libero, Rondon 5.

 

© Riproduzione riservata
Commenti