Cronaca
Commenta

Dall’inchiesta sulla Brebemi alla 591:
la preoccupazione dei sindaci cremaschi

– Nella foto, un cantiere Brebemi

 

Il sindaco di Ricengo, Romanenghi

Lo scorso luglio presso il cantiere di Calcio (Bg), al consueto incontro annuale organizzato per fare il punto sull’andamento dei lavori della Brebemi, anche gli amministratori locali cremaschi avevano avuto modo di sentire dalla viva voce dei responsabili della società che si sta occupando della costruzione di questa nuova arteria, che tutto procedeva secondo i programmi stabiliti a suo tempo. Ovviamente, per i sindaci del nostro territorio l’attenzione era rivolta principalmente alle opere accessorie alla Brebemi e, anche per quanto riguardava quell’argomento, le indicazioni emerse in quella sede erano state positive.

In questi giorni però, hanno suscitato preoccupazione anche nel cremasco, e non poteva essere diversamente, le vicende giudiziarie che hanno coinvolto i cantieri della costruenda Brebemi, per gli sviluppi che eventualmente potrebbero interessare anche le opere accessorie all’autostrada, con particolare riferimento a questo territorio, ed alla 591 in particolare.

Ornella Scaini, sindaco di Camisano, non si sbilancia: “Io so quello che gli organi di informazione hanno pubblicato e al momento, non so dire se queste vicende potranno coinvolgere o meno i nostri territori. Quello che posso dire è che confido che non ci siano ripercussioni sulla 591, perché si tratta di un’opera attesa a lungo. Per il resto, non ho notizie di nessuna natura, sono state avviate le procedure per definire il tracciato, i contatti con gli agricoltori ci sono stati e la speranza è quella di poter vedere completato l’intervento nei tempi stabiliti e cioè percorrere la nuova strada, a metà 2013”. Nessuna novità anche da Ricengo, altro comune interessato dagli interventi sulla 591, infatti secondo il sindaco Feruccio Romanenghi, l’avvio dei lavori era stato programmato entro fine anno e le operazioni preliminari sono state completate. “Di fermo dei lavori per il momento non ho notizie – riferisce Romanenghi – ovviamente, mi auguro che tutto possa procedere senza interruzioni, secondo i programmi già definiti e l’opera possa essere realizzata, perché è utile a questo territorio”.

© Riproduzione riservata
Commenti